lunedì 6 dicembre 2004

Quanto costano i mercenari di SG?

I “mercenari” della Sinistra giovanile
di Lanfranco Palazzolo

Il Velino del 6 dicembre 2004

Roma - Anche i componenti degli organi della Sinistra giovanile sono pagati. Romano Prodi parla di “mercenari” riferendosi ai giovani di Forza Italia, ma tra i partiti che formano la Federazione riformista il fenomeno della retribuzione non è sconosciuto. Abbiamo provato a chiedere presso le sedi nazionali dei partiti della Fed alcune informazioni sui loro dipendenti. Gli unici che si sono preoccupati di rispondere sono i Democratici di sinistra: allo Sdi non abbiamo trovato alcun responsabile, mentre l’ufficio organizzativo della Margherita non ci ha risposto, invitandoci a girare la richiesta all’ufficio stampa (che non ci ha dato alcuna informazione). Il responsabile del personale dei Ds, Fabio Fazzi, spiega: “Attualmente abbiamo almeno 107 persone come dipendenti in forze. Poi ci sono dei dipendenti che sono in aspettativa per cariche elettive”. Tra questi 107 dipendenti, la questione della retribuzione è affidata a regolamenti interni: “I partiti politici non hanno un contratto di riferimento”. Quanto alle persone che hanno un incarico nella segreteria del partito, “se sono dei parlamentari non hanno alcuna retribuzione e vivono dell’indennità parlamentare. Se non sono parlamentari, sono considerati come dipendenti della direzione del partito”, chiarisce Fazzi. Nella Sinistra giovanile, prosegue il responsabile del personale dei Ds, “c’è un gruppo dirigente che percepisce uno stipendio. Ma sono collaborazioni. Si tratta di contratti di collaborazione in base all’incarico che ricevono e che è temporaneo. Non ci sono dipendenti nella Sinistra giovanile”. Quando l’esecutivo nazionale della Sinistra giovanile elegge il gruppo dirigente, “ognuno ha un incarico rispetto ad un tema. In base a quello - aggiunge il responsabile del personale della Quercia - si instaura un rapporto di collaborazione”. Oltre ai 107 dipendenti, ci sono circa 55 collaboratori che hanno funzioni di tipo politico, “nel senso che collaborano a singole tematiche o sono di supporto al personale politico”. Sono previsti cinque livelli di inquadramento: “I primi tre riguardano il personale tecnico-amministrativo. Gli ultimi due riguardano il personale politico”. Ma quanto prendono coloro che sono inquadrati nel quinto livello? “Il regolamento - risponde Fazzi - è stato varato nel 1998. In vecchie lire si tratterebbe di 4.300.000 lorde. A queste va aggiunta l’indennità di funzione. Se uno è membro della segreteria politica sono circa 4 milioni. In questo caso parliamo di una segreteria composta di 13 persone. I dipendenti in forza sono solo 2. Gli altri sono parlamentari e quindi non percepiscono nulla”. (pal)