lunedì 11 aprile 2005

Almirante, la prima volta con il Papa

Vaticano: quella volta di Almirante
nel "recinto del baciamano"
Il Velino, 11 aprile 2005

di Lanfranco Palazzolo

Roma, 11 apr (Velino) - Venti anni fa, nel corso dell’udienza generale in Vaticano si tiene il primo incontro tra Giovanni Paolo II e l’eurodestra con Giorgio Almirante in testa. Quello che passerà probabilmente alla storia come uno degli ultimi successi del leader missino è preparato con cura nell’arco di quattro mesi dalla dirigenza del Movimento sociale italiano. La “genesi” di questo incontro deve essere individuata dalla tribuna del congresso del Movimento sociale. Il 2 dicembre del 1984, il segretario del partito Giorgio Almirante inneggia alla “dottrina sociale di Papa Wojtyla”, lanciando lo slogan “con il Papa siamo sulla diritta via al di là del marxismo e del capitalismo”. In quei giorni Almirante aveva confessato ai vertici del suo partito il desiderio di poter incontrare il Papa alla vigilia delle elezioni amministrative. L’occasione arriva tra il 10 e il 12 aprile del 1985, quando l’eurodestra organizza un convegno sui mali dell’Europa nell’aula della Commissione Difesa del Senato.
All’incontro partecipano i 16 deputati eletti riuniti nel Gruppo delle destre europee. Nel gennaio del 1985 parte l’organizzazione di un incontro con il Papa. Ad aiutare il Msi ci pensa Olivier D’Ormesson, vicepresidente del Fronte Nazionale francese, figlio di Jean, che era stato ambasciatore di Francia presso la Santa sede. Nel Fronte nazionale francese era attivissimo il deputato europeo Bernard Antony, che aveva fondato il Movimento Cristianità-solidarietà. Mentre il Msi poteva contare sull’attivismo di Michele Marchio, amico personale del direttore dell’Osservatore Romano Mario Agnes. La strategia di Karol Wojtya negli incontri del suo pontificato era diversissima da quella di Paolo VI, che selezionava accuratamente i suoi ospiti. Ma questa apertura aveva creato non poche polemiche.
Infatti, il Papa era stato costretto a intervenire pubblicamente per spiegare le ragioni di alcuni incontri, soprattutto dopo quello del settembre del 1982 con Yasser Arafat. Il 15 gennaio del 1983, incontrando il corpo diplomatico accreditato presso la Santa sede, Giovanni Paolo II disse che “la Santa Sede è aperta al dialogo con tutti, indipendentemente dalle loro caratteristiche umane, religiose e politiche. Ciò non significa che conceda alle persone che riceve una legittimazione o una rappresentatività politica, né che approvi le loro ideologie”. L’eurodestra si rivolge al prefetto della Casa pontificia Jacques Martin, ma il Papa si dichiara poco disponibile a un’udienza privata nei giorni tra il 10 e il 12 aprile. I deputati dell’eurodestra ripiegano e decidono di inviare una lettera in cui chiedono di partecipare come invitati all’Udienza generale del 10 aprile 1985. Ma per distinguersi dalla folla chiedono e ottengono di sedersi nel Recinto del baciamano, dove vengono fatti accomodare gli ospiti di rango. La mossa riesce. Il 9 aprile Mirko Tremaglia, responsabile esteri del Msi, invia i telegrammi agli eurodeputati per invitarli il giorno dopo in Piazza San Pietro: “Appuntamento per domani mattina alle 9 precise. Tutti in abito scuro”.
Per Le Pen, l’incontro con il Papa è preceduto dalla visita all’arcivescovo di Parigi Jean-Marie Lustiger. Il leader del Fronte nazionale francese presenta uno ad uno gli eurodeputati. La cerimonia dura tre minuti in tutto, ma sufficienti per i giornalisti che annotano le parole del Papa: “Continuate la vostra battaglia contro l’aborto”. Il giorno dopo i deputati europei si ritrovano in Piazza del Popolo per un comizio, per il quale Almirante scrive: “La nostra tradizione è fascista, ma è anche cattolica”. Ma queste iniziative non trovano il gradimento dell’estrema sinistra romana. Una molotov viene lanciata davanti alla Chiesa di Sant’Agostino, il cui parroco aveva benedetto la sede del Msi in via della Scrofa, un'altra bomba viene lanciata davanti alla Chiesa di San Carlo a pochi metri da Piazza del Popolo e un paio di macchine bruciate al Muro torto.

(pal) 11 apr 2005 16:18