sabato 28 ottobre 2006

Cessi & politica

Quando le toilette fanno discutere i palazzi della politica
Il Velino del 28 ottobre 2006

di Lanfranco Palazzolo

Roma, 28 ott (Velino) - I bagni riservati ai parlamentari giocano spesso brutti scherzi. Dopo la lite tra l’onorevole Wladimir Luxuria ed Elisabetta Gardini di Forza Italia, nessuno dovrebbe essere sorpreso. Da anni le cronache politiche e parlamentari ci raccontano di fatti che riguardano i bagni delle assemblee elettive. E anche all’estero ci sono assemblee che si distinguono sul tema della toilette. Nel giugno del 1988 la toilette del Campidoglio di Washington diventa provvidenziale per una visitatrice di appena 16 anni che ha partorito prematuramente nei bagni dei senatori americani con l’aiuto di un addetto della polizia congressuale. I bagni Usa tornano alla ribalta nel 1992, quando si scopre che fino a quel momento le due senatrici sono costrette ad utilizzare i bagni del pubblico, al piano inferiore a quello dell’aula, perché non era stata costruita una toilette per loro. Il capogruppo democratico al Campidoglio George Mitchell annuncia che con l’ingresso di altre quattro rappresentanti al Campidoglio finalmente sarebbe stata costruita una nuova toilette per loro al piano dell’aula.
A Bruxelles, dove si tiene la minisessione dell’europarlamento, i reporter della televisione tedesca Sat-1 anticipano le Iene e svolgono un test nelle toilette del palazzo per vedere se ci sono tracce di sostanze stupefacenti. A sorpresa, il test dà esito positivo e vengono trovate numerose tracce di cocaina su ben 46 superfici di toilette. Il programma televisivo Akte2005 e il suo conduttore, Ulrich Meyer, vengono messi sotto accusa. Lo stesso staff televisivo ha compiuto uno scoop simile nel 2000, quando nel Reichstag tedesco vengono trovate tracce di sostanze stupefacenti in 22 dei 20 bagni dell’assemblea tedesca. Da noi si parla di toilette parlamentari per altre ragioni. I bagni del Senato hanno fatto discutere per la scarsa igiene o per le spese ingenti per la manutenzione. Poi per qualcuno il bagno diventa anche una giustificazione politica. Ad esempio, il senatore Giacomo Archiutti di Forza Italia viene sorpreso in aula a votare per un altro collega durante la discussione della legge Cirami. La toilette lo aiuta: “Il collega era presente ma, siccome, era claudicante, non sarebbe riuscito ad arrivare in tempo al suo banco. La gente deve capire che ci sono sedute che durano ore e noi non abbiamo in dotazione un pappagallo” (Il Gazzettino, 27 ottobre 1992).
Nel corso del dibattito sulla legge Finanziaria nel 1994, la senatrice del Psi Maria Antonia Modolo denuncia un certo degrado nel Palazzo: “L'ambiente del Senato che conosco è malsano e sgradevole. Sempre con luce artificiale, sempre con aria condizionata (mal funzionante), neppure una stanza per relax, persino le toilette sono rare!” (seduta del 16 dicembre 1994). Nove anni dopo, lo stesso problema è riscontrato dal senatore Gaetano Fasolino che denuncia: “I bagni del Senato sono quanto di più antigenico ci possa essere” (Libero, 18 giugno 2003). Ma il problema sembra essere risolto da un piano Marshall per i bagni del Senato. Ma a quanto pare non basta. Nel 2004, dopo il richiamo del senatore Fasolino, vengono stanziati 2.115.747,92 euro per i bagni. Tuttavia, le cose non cambiano: “A detta di parecchi senatori ai servizi igienici è possibile accedere solo previo utilizzo di una maschera antigas” (Il Giornale, 4 ottobre 2006). Quando gli occhi degli osservatori parlamentari sono concentrati sui bagni di palazzo Madama scoppia la grana della toilette della camera tra le onorevole Elisabetta Gardini e Wladimir Luxuria. La polemica va a pennello per la parlamentare di Rifondazione comunista che, guarda caso, interpreta una parte nella sit-com di Francesca Draghetti dal titolo Toilette, commedia che spia confessioni, segreti, rivelazioni e pettegolezzi delle donne al bagno di un locale approfittando di una risistemata al make-up. Con l’episodio di venerdì tra le due parlamentari, la Traghetti ha del nuovo materiale su cui lavorare.

(pal) 28 ott 2006 11:47