mercoledì 17 giugno 2009

D'artagnan: assalto alla fontana di Trevi

A Roma c’è un uomo che spesso entra nella Fontana di Trevi con una lametta da barba, con la quale si procura dei tagli sul petto e comincia a raccogliere le monetine che i turisti lanciano nelle sue acque. E D’Artagnan, alias Roberto Cercelletta, fa tutto questo da luglio del 2002. Cercelletta protesta contro il Comune di Roma che non gli permette di raccogliere, e di portarsi a casa, le monetine presenti sul fondo dello storico monumento. Anche oggi lo ha rifatto: si è tagliato l’addome e ha cominciato a lanciare le monete contro i turisti. E qualche giorno fa era stato arrestato perchè davanti al comune si era di nuovo tagliato per chiedere una casa popolare. Dategli la casa popolare. Almeno nel mondo non girerà questa immagine della disperazione italiana. E se lo fa anche un altro datela anche a lui. Tanto, con le case degli enti si possono regalare tante case a tante persone come Cercelletta. Sempre meglio che darla a prezzi stracciati a qualche dirigente della sinistra.

Nessun commento: