domenica 15 febbraio 2009

Separati alla nascita

Giulio Cesare, condottiero & imperatoreClaudio Ranieri, allenatore della Juventus



Ho incontrato Marullo Tarcaniota

Non c'è dubbio che la Electa sia una delle migliori case editrici che si occupano d'arte. In passato ho avuto modo di apprezzare la qualità di queste edizioni. Proprio ieri ho comprato come regalo di San Valentino alla mia compagna un libro su Botticelli edito nel lontano 1951. In questo piccolo volume ho trovato una dedica che vi riporto tra i post di questo blog. La dedica è insolita perchè è stato il proprietario a farsela da solo. Ecco cosa ha scritto nel 2005, 54 anni dopo la pubblicazione del volumetto, lo sconosciuto: "Mi sento alternativamente Newton e...la mela, Galileo e il pendolo, e poi Io e il ridicolo". Il paragone usato dallo sconosciuto è la dimostrazione che il proprietario di questo "Botticelli" è una persona intelligente ed eclettica al punto che ho fatto uno sforzo per immaginarmelo. E l'unica identità che mi è entrata in testa è stata quella di Marullo. Ecco perchè oggi posso dire di aver visto il Marullo....
Chi è Michele Marullo Tarcaniota
Umanista nato a Costantinopoli nel 1453 e morto annegato nel Cecina nel 1500. Figlio di un greco dell’Acaia, detto "Tarcaniota" dal nome della madre, venne molto giovane in Italia. Fu soldato di ventura. A Napoli frequentò il circolo del Pontano e a Firenze sposò la figlia di Bartolomeo Scala, Alessandra, amata dal Poliziano e perciò causa di inimicizia fra i due poeti. La sua opera poetica comprende quattro libri di Epigrammata e quattro di Hymni naturales, nella cui tematica naturalistica e astrologica si sente l’appassionato lettore di Lucrezio e degli inni pseudo-orfici, che sull’esempio di Lucrezio esaltano con schietto spirito pagano le forze feconde della natura simboleggiate negli antichi miti; inoltre, il frammento del poema De principum institutione.
Nella foto 1 la copertina del libro, nella foto 2 la dedica e nella foto 3 il ritratto di Marullo.

I Repubblicani con Israele


President Obama's First Press Conference



Avevo intenzione di pubblicare nel mio blog la prima conferenza stampa di Barack Obama alla Casa Bianca. L'appuntamento è stato trasmesso in prima serata dalle telvisioni americane. In questo primo appuntamento televisivo il Presidente ha chiesto al Congresso di approvare il piano di salvataggio dell'economia americana. Il Congresso lo ha ascoltato approvandolo definitivamente il 13 febbraio. Martedì prossimo il Presidente firmerà la legge a Denver. Buona visione.

Un mondo d'amore...


Ieri, in tutto il mondo (Foto 1) ha trionfato l'amore...Ma lui (foto 2) è rimasto tutto il giorno a parlare insieme agli imprenditori con questa faccia.