sabato 7 marzo 2009

Segolene ultracafonal

Cari amici del mio blog, volevo scusarmi se ho mantenuto tardi la promessa di occuparmi di Segolene Royal. L'ex candidata alle Presidenziali francesi è allergica alle intrusioni sulla sua vita privata. Ecco perchè ogni volta che qualcuno ficca il naso nelle sue vicende personali lei non la prende tanto bene. La rivista "Paris Match", autentica bestia nera della Royal, ha ritratto l’ex candidata all’Eliseo in compagnia di un uomo, André Hadjez, indicato dal settimanale quale suo nuovo compagno. I due sono scappati in quel di Marbella per distrarsi un po' e si sono ritrovati in tutte le edicole francesi.
La Royal si è incazzata. “Sono delle foto rubate, una volta in più. Non sarebbe male se mi si lasciasse un poco tranquilla. Non è la prima vota che Match ruba delle fotografie, li avevo avvisati, ma non avevo ancora sporto denuncia. Siccome tutto ricomincia, penso che chiederò di fare applicare la legge”, ha dichiarato il presidente della regione Poitou-Charentes. L’avvocato e amico di Ségolène ha inoltre aggiunto: “Queste cose succedono sempre in momenti politici in cui Ségolène Royal interviene in maniera significativa...Ha avuto un ruolo importante a Guadalupe...questo è un modo insidioso di volerla mettere in una sfera gossip per degradare la sua immagine di dirigente politica”. Ma chi è il nuovo amico dell'esponente socialista?
Prima di tutto ricordiamo che la foto della "parentesi andalusa" risale a metà gennaio, scrive il quotidiano "Le Figaro" che riporta la storia. Hadjez, 55 ani, viene presentato come un editore di giochi di società, estraneo al grande pubblico e al mondo politico. Intanto Gilles Martin-Chauffier, capo redattore della rivista e autore dello scoop, dichiara che se Ségolène non avesse voluto essere immortalate in quelle foto, non avrebbe dovuto fare altro che restarsene a casa.
Sono d'accordo con il capo redattore della rivista. Come ricorderete, lo stesso Match aveva beccato la Royal mentre si stava facndo un bagnetto per rinfrancarsi dalla sconfitta elettorale delle presidenziali di due anni fa. E lei ci rimase malissimo. Ma dietro quella polemica con Paris Match si nascondeva la rabbia della Royal. Quando il settimanale pubblicò quelle foto al mare in Corsica nell'estate del 2007 entrò in campo il difensore dell'esponente socialista: «È un' illustrazione incongrua di un tema apparentemente politico - spiegò Jean Pierre Mignard, suo avvocato e amico - . È solo volgare voyeurismo». L'accusa venne respinta da Olivier Royant, direttore del settimanale: «In estate, le vacanze delle grandi personalità politiche sono un legittimo argomento di informazione». Paris Match sottolineò che la breve vacanza in Corsica è stata fatta con una figlia, sottinteso, senza un uomo accanto. Un argomento che lei stessa aveva affrontato in un' intervista televisiva andata in onda qualche giorno prima di quello scoop, nella quale aveva ripetuto la sua tristezza per essere stata «tradita» da Francois Hollande, che da due anni aveva - guarda caso - una relazione con una giornalista che lavora proprio a «Paris Match». Ma lo scontro con il settimanale non è finito lì ed è proseguito in Italia nel maggio del 2008, quando la Royal è venuta in Italia. In quella occasione l'esponente socialista aveva fatto causa al settimanale “Paris-Match”, reo di aver pubblicato due foto che la ritraevano mentre era raccolta in preghiera in una chiesa fiorentina. Il sito web di "Le Figarò" aveva fatto sapere che l’avvocato del presidente del Poitou-Charentes, Jean-Pierre Mignard, aveva depositato la denuncia per “violazione della privacy”. A infastidire la Royal sarebbe stata la didascalia della foto, Il Ps (partito socialista) val bene una messa“, un riferimento alla contesa che avrebbe visto la ex compagna del segretario uscente, Francois Hollande, sfidare Martine Aubry. Oggi ci risiamo nuovamente. Lo scontro sulla privacy della donna socialista continua senza sosta. Ma adesso lasciamo stare il pettegolezzo ed entriamo nei particolari della figura del nuovo compagno della Royal. Di questo Hadjez si sa davvero pochissimo. Ma a noi non interessano le sue attività quanto il suo look. La prima cosa che balza agli occhi del soggiorno marbelliano della coppia semipresidenziale francese è il modo di fare del fidanzatino. Nella seconda foto, dopo quella grande a sinistra, viene raffigurata la capiglitua di Hadjez caratterizzata da un bellissimo "girello" segno di una scarsa cura della chioma. Scendendo alla seconda foto si può constatare che il compagno della Royal porta gli occhiali da sole in una giornata uggiosa, sintomo di grande stanchezza. Associato al girello dei capelli significa che l'uomo non ha avuto l'occasione per rimettersi in sesto dalla notte precedente. Ma lo stile di Hadjez è molto diverso da quello di Nicolas Sarkozy in vacanza con Carla Bruni in Egitto nel corso della loro romantica fuga d'amore del natale egiziano del 2007. In quella occasione Sarko aveva sfoggiato una montatura più snella ed era molto più sorridente. Mentre per Hadjez il sorriso è il grande assente in questa vacanza fuori stagione a Marbella. Rispetto a Sarko, dobbiamo dire che Hadjez è molto più servile di Sarko in quanto tiene il giaccone della Royal nella mano sinistra insieme al telefono cellulare, mentre con l'altra mano tiene la manina della Royal che indossa un simpatico maglioncino per coprirsi dal freddo marbelliano. Infine due altre annotazioni. Mentre la Royal appare ben coperta, il suo compagno si dimostra davvero un uomo coraggioso. Quella mattina è uscito di casa in preda ai bollenti spiriti e senza la maglietta della salute. L'unico punto in comune che troviamo tra Hadjez e Francois Hollande è la trippa dei due che è delle stesse proporzioni. A questo punto il mio personalissimo ultracafonal è concluso. Mi raccomando: continuate a comprare "Paris Match". Ah, dimenticavo le magnifiche scarpe a punta di Hadjez. L'ultima volta che avevo visto un paio di scarpe del genere era stato nel corso di una tasmissione dal titolo "Domenica In", nella quale Corrado Mantoni presentava il popolarissimo attore indiano Kabir Bedi, che indossava appunto un paio di scarpe del genere....