venerdì 24 aprile 2009

25 aprile: per Berlusconi una scelta vincente

Intervista a Tommaso Piffer
Voce Repubblicana, 25 aprile 2009
di Lanfranco Palazzolo

La scelta di Berlusconi sulla partecipazione alle iniziative del 25 aprile è vincente. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” Tommaso Piffer, storico e autore del libro “Il banchiere della Resistenza. Alfredo Pizzoni, il protagonista cancellato della Resistenza” (Mondadori), pubblicato nel 2005.
Tommaso Piffer, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi parteciperà alle celebrazioni per la festa della Liberazione. Come giudica questa scelta?
“Dal punto di vista comunicativo, la scelta di Silvio Berlusconi è vincente. Con la partecipazione alle celebrazioni all'Altare della Patria e la visita ad Onna (Aq), il premier deideologizza una festa che è sempre stata connotata in modo conflittuale dai primi anni del secondo dopoguerra fino agli anni recenti. Basta pensare alle polemiche contro il sindaco di Milano Letizia Moratti che aveva partecipato alle celebrazioni del 25 aprile a Milano con il padre Paolo che era stato recluso nel campo di concentramento nazista di Dachau. Oppure alle celebrazioni del 25 aprile del 1994 subito dopo la vittoria di Berlusconi alle elezioni politiche del marzo del 1994. La mossa del premier, dal punto di vista connotazione ideologica, tenta di depotenziare il significato politico della data”.
Le forze moderate si sono disinteressate di questa celebrazione?
“Il processo è stato molto complesso. E' indubbio che la sinistra abbia fatto un uso politico delle vicende relative alla Resistenza e anche della categoria politica dell'Antifascismo. La sinistra comunista ha speculato sull'antifascismo presentando il pericolo ricorrente del fascismo per legittimare la sua funzione di baluardo democratico. Per compiere questa operazione, ha dovuto proporre un'interpretazione radicale dell'Antifascismo del quale si proponeva come l’interprete esclusivo. E' evidente che in questo tipo di interpretazione le forze moderate si sono tirate indietro”.
Perché è stato commesso questo errore di valutazione storica?
“Vi è stata certamente un'incapacità di comprendere l’importanza culturale ed educativa nel lungo periodo della ricostruzione storica. Incapacità che si è innestata sulla ritrosia della borghesia e del ceto medio a esprimere un pensiero meditato sulla storia e sulla politica, e quindi sulla tendenza a subire con imbarazzo l'iniziativa della sinistra”.
L'università italiana ci ha aiutato a comprendere bene il 25 aprile del 1945?
“L'Università è lo specchio del Paese. Anche all’interno dell'università è stata rappresentata una visione molto conflittuale della Resistenza attraverso la quale è avvenuta la legittimazione e la delegittimazione di alcune forze politiche. Molti italiani non si riconoscono in vicende troppo connotate politicamente. Questa situazione ha certamente alimentato il disinteresse verso il 25 aprile”.

Salvate Rachida Dati


Il ministro della Giustizia francese Rachida Dati sta passando un momentaccio. Anche se il ministro si è candidata alle elezioni europee, l'esponente politica dell'UMP non si sta dimostrando all'altezza del suo compito. Mercoledì scorso ha fatto una figuraccia partecipando ad un meeting dell'Ump in vista delle prossime elezioni europee. Ecco cosa ha detto la nostra Rachida rispondendo ad una domanda sul nucleare: "Su questo mi ero preparata!" afferma. E poi: "Allora ripeto: il 77% della nostra energia viene dal nucleare, giusto?" No, le suggerisce qualcuno, il 77% dell'elettricità. "Ah, l'elettricità. Ma mi avevano detto l'energia. Beh, comunque sì il nucleare, ma bisogna anche mobilitarsi per sviluppare le energie rinnovabili, è così?". QUi sopra l'audio della figuraccia di Rachida.

Ieri sera ho perso 7-9



Ieri sera ho giocato un match di calcetto sotto la pioggia. Un temporale si è abbattuto sulla capitale, ma la partita è risultaata ancora più interessante. E' stato un match molto combattuto che abbiamo perso con onore con i colori del Manchester Bruno. Di questa disfida voglio piazzare qui sopra le dichiarazioni dell'avversario Odoardo Testa, dell'Unione Sportiva Testa, e le mie impressioni alla fine della partita. Al prossimo match...