giovedì 4 giugno 2009

Madness - Return Of The Los Palmas

I dieci candidati da non votare mai all'europarlamento (9): Jaime Mayor Oreja

E' un fervente cattolico. Ogni occasione è buon per una preghierina. Ma il suo cattolicesimo e l'amore per il prossimo si fermano davanti all'Eta. Ha dichiarato guerra totale contro questa organizzazione terroristica, però si è rifiutato di criticare il regime franchista. Per questa politica del doppio binario si becca la bocciatura piena. Anche sul franchismo avrebbe dovuto manifestare una posizione analoga. Al Parlamento europeo si sono incazzati molto per questa posizione. Continueranno a farlo anche nella prossima legislatura.

I dieci candidati da mandare subito all'europarlamento (10): Jaroslaw Walesa

In queste elezioni europee non poteva mancare un Walesa. Il figlio del baffone polacco ha dimostrato di essere un politico in gamba. E' un sostenitore del governo Tusk ed è un vero liberale. Ha preso le distanze dal padre su tante questioni: «Qualcuno ritiene che io sia un semplice strumento nelle mani di mio padre e che sieda in parlamento per obbedire alle sue direttive. Ma io ho le mie idee e sono diverse dalle sue perché vivo e lavoro in un' epoca e in situazioni e condizioni diverse dalle sue. Ho una posizione aperta su problemi come eutanasia e matrimoni gay. Il mio motto è: vivi e lascia vivere». Meglio lui che un qualsiasi amico dei fratelli Kaczynski.

I dieci eurocandidati da non votare: Rachida Dati (10)

Ha approfittato della parentesi alla guida del ministero della Giustizia per fare un bebè. Speriamo che non la mettano in Commissione Infanzia. Come mamma in attesa non è stata un modello. Ha lavorato quanto più possibile prima del parto e appena pochi giorni dopo la nascita di suo figlio è andata al lavoro per non combinare nulla. A questo punto Sarko si è arrabbiato e ha fatto la riforma per togliere dall'ordinamento il giudice istruttore, grande conquista del Napoleonismo. Nel corso della campagna elettorale si è segnalata per la sua incapacità nel tenere dibattiti seri. Adesso se la beccheranno al Parlamento europeo.

Evoluzione dei tassi di interesse

1/1/1999 3,00%
***************


9/4/1999 2,50%
30/6/1999 2,50%
24/8/1999 2,50%
****************


5/11/1999 3,00%
16/11/1999 3,00%
2/2/2000 3,00%


*****************
4/2/2000 3,25%
21/2/2000 3,25%


*****************

17/3/2000 3,50%


*****************
28/4/2000 3,75%
16/5/2000 3,75%

*****************
9/6/2000 4,25%
*****************

1/9/2000 4,50%

*****************
6/10/2000 4,75%
3/1/2001 4,75%
31/1/2001 4,75%
20/3/2001 4,75%
18/4/2001 4,75%

*****************
11/5/2001 4,50%
15/5/2001 4,50%
27/6/2001 4,50%
21/8/2001 4,50%
******************

30/8/2001 4,25%

******************
17/9/2001 3,75%

****************
8/11/2001 3,25%
6/12/2001 3,25%
3/1/2002 3,25%
7/2/2002 3,25%
7/3/2002 3,25%
4/4/2002 3,25%
2/5/2002 3,25%
6/6/2002 3,25%
4/7/2002 3,25%
1/8/2002 3,25%
12/9/2002 3,25%
10/10/2002 3,25%
7/11/2002 3,25%

*****************
5/12/2002 2,75%
9/01/2003 2,75%
6/02/2003 2,75%

*****************
6/03/2003 2,50%
3/04/2003 2,50%
8/05/2003 2,50%

******************
5/06/2003 2,00%
10/07/2003 2,00%
31/07/2003 2,00%
4/09/2003 2,00%
2/10/2003 2,00%
6/11/2003 2,00%
4/12/2003 2,00%
8/01/2004 2,00%
5/02/2004 2,00%
4/03/2004 2,00%
1/04/2004 2,00%
6/05/2004 2,00%
3/06/2004 2,00%
1/07/2004 2,00%
5/08/2004 2,00%
2/09/2004 2,00%
7/10/2004 2,00%
4/11/2004 2,00%
2/12/2004 2,00%
13/1/2005 2,00%
3/02/2005 2,00%
3/03/2005 2,00%
7/04/2005 2,00%
4/05/2005 2.00%
2/06/2005 2.00%
7/07/2005 2.00%
8/08/2005 2.00%
1/09/2005 2.00%
6/10/2005 2.00%
3/11/2005 2.00%

*****************
1/12/2005 2.25%
12/01/2006 2.25%
2/02/2006 2.25%

****************
2/03/2006 2.50%
6/04/2006 2,50%
4/05/2006 2,50%

*****************
8/06/2006 2,75%
6/07/2006 2,75%

*****************
3/08/2006 3,00%
31/08/2006 3,00%

******************
5/10/2006 3,25%
2/11/2006 3,25%

******************
7/12/2006 3,50%
11/01/2007 3,50%
8/02/2007 3,50%

*****************
8/03/2007 3,75%
12/04/2007 3,75%
10/05/2007 3,75%

******************
06/06/2007 4,00%
05/07/2007 4,00%
02/08/2007 4,00%
06/09/2007 4,00%
04/10/2007 4,00%
08/11/2007 4,00%
06/12/2007 4,00%
10/01/2008 4,00%
07/02/2008 4,00%
06/03/2008 4,00%
10/04/2008 4,00%
08/05/2008 4,00%
05/06/2008 4,00%

*******************
03/07/2008 4,25%
07/08/2008 4,25%
04/09/2008 4,25%
02/10/2008 4,25%

******************
08/10/2008 3,75%
06/11/2008 3,25%

******************
04/12/2008 2,50%

******************
15/01/2009 2,00%
05/02/2009 2,00%

*******************
05/03/2009 1,50%

*******************
02/04/2009 1,25%

*******************
07/05/2009 1,00%
04/06/2009 1,00%

Oggi 1,00%

Cosa ha detto Dario Franceschini

In questo post voglio pubblicare le ultime dichiarazioni del segretario del Partito democratico Dario Franceschini che ha passato il tempo della campagna elettorale attaccando il Presidente del Consiglio mettendo in mostra un vuoto totale di proposte politiche. Ecco il campionario del peggio del suo repertorio.


1 giugno: I rifiuti di Dario
"Dopo aver minimizzato ieri, parlando di 'sacchetti elettorali' e di 'problemi locali', oggi il premier manda a Palermo Bertolaso. E' evidente che e' il presidente del consiglio a mistificare la realta', vedendo crollare la sua immagine, quella dell'uomo che ha risolto l'emergenza rifiuti".

2 giugno 2009: Prima chiamata alla stampa estera
''L'unico dissenso che Berlusconi accetta e' con se stesso. Secondo lui siamo noi che manipoliamo e insuffliamo sulla stampa straniera. Certo da quando sono segretario ogni mattina chiamo i direttori della stampa estera per ordire il complotto. Franceschini ribadisce poi che il Pd ''non si fermera' nella battaglia sui valori anche a costo di non essere capiti nell'immediato e di perdere qualche voto''.

3 giugno 2009: Antiberlusconiano per caso
''Aspetto di vedere quale sara' stavolta la sorpresa finale da Berlusconi cosi' come e' accaduto ogni volta. Qualcuno mi dice che faccio antiberlusconismo, io non so nemmeno che cosa sia.La voce bisogna alzarla quando un governo tradisce gli impegni elettorali, quando si attacca la Costituzione o la magistratura. Opposizione significa anche opporsi, abbiamo il dovere di alzare la voce quando dobbiamo difendere gli italiani''.

4 giugno 2009: Seconda chiamata alla stampa estera
"La mattina sono io che chiamo il 'Times' e gli dico cosa fare contro Berlusconi, poi chiamo i magistrati sulle indagini da svolgere. Un po' di serieta', lo scontro politico non puo' piu' essere raccontare balle. Berlusconi ha detto che sono io a raccontare menzogne, ma io ho tanti difetti come tutti ma dico la verita'. Sentirmelo dire da lui e' un paradosso dei paradossi".

Liberate l'uomo ragno

E' una vera e propria ingiustizia. La polizia di Sydney ha arrestato l'uomo-ragno francese Alain Roberts dopo che questi è riuscito nella sua ennesima impresa: la scalata di un grattacielo di 41 piani, che è stata applaudita da circa 200 persone ma anche provocato il blocco del traffico nel centro della città. Roberts, 46 anni, negli anni ha scalato oltre 80 edifici attorno al mondo per richiamare attenzione per il cambiamento climatico. Quella di Roberts è una battaglia nobile. Lo sportivo ha raggiunto la cima (a 218 metri dal suolo) della RBS Tower a Aurora Place, progettata da Renzo Piano. Avrebbero dovuto dargli un premio. Invece lo arrestano. Sostenete la petizione per la liberazione di Roberts.