domenica 12 luglio 2009

Gigantesco incendio sulla via Appia a Roma

Mentre stavo tornando a casa, stasera ho ripreso un vasto incendio divampato nel primo pomeriggio a Roma nei pressi del parco della Caffarella, sull’Appia Nuova. A fuoco una grande autodemolizione e un vicino deposito giudiziario in via dell'Almone, all'altezza del civico 21. Una densa nube di fumo nero si è sprigionata sul posto ed è visibile anche nel centro di Roma. In tutto 14 squadre dei vigili del fuoco sono al lavoro sul posto con vari automezzi, un elicottero e un mezzo speciale, un Superdragon, operativo negli aeroporti per il lancio di schiuma e acqua. Ferito lievemenre un pompiere che era al lavoro per spegnere le fiamme. L'area interessata dall'incendio è di circa 10 mila metri quadrati ed è occupata in parte da un autodemolitore e in parte da un deposito giudiziario della polizia municipale. Dunque vi si trovano carcasse ma anche auto sequestrate. In tutto mille mezzi che stanno bruciando. Per i vigili è difficile agire: le operazioni sono ostacolate dallo scoppio di serbatoi delle auto. Un vigile del fuoco è stato investito dall’onda d’urto provocata dall’esplosione di una bombola di Gpl durante le azioni di spegnimento dell’incendio nei pressi del parco della Caffarella. L’uomo è stato soccorso immediatamente dai medici del 118 presenti con un’auto medica e tre ambulanze. E’ in stato confusionale ma sta bene ed è stato portato all’ospedale Vannini.

Lo ha detto Ignazio Marino

Dallo scorso 5 luglio Ignazio Marino è uno dei candidati alla segreteria del Pd. Non saprei proprio cosa dire di questa candidatura. Ho sempre visto le battaglie di quest'uomo infinitamente giuste, ma l'ho sempre considerato un perdente. Mi auguro che non sia così. Tuttavia, ho visto molti esponenti del centrodestra che hanno guardato alla sua candidatura positivamente. Anzi, il generale Ramponi è andato da lui e si è complimentato per la sua scelta. Questo cosa significa......?!

5 luglio - Vissuto all'estero.....
"La mia candidatura non è contro nessuno. Mi taglierò la lingua prima di dire una cattiveria su Franceschini o su Bersani. Ma credo che oggi serva anche un candidato non cresciuto nelle segreterie di partito, vissuto a lungo all'estero. Per coinvolgere tanti elettori del Pd che non si sentono rappresentati".
7 luglio 2009 - Non posso rinunciare a Goffredo Bettini
"A Goffredo -continua Marino- va riconosciuta coerenza e sobrieta' e proprio per questo mi ha invitato a mettere in campo una mia squadra, larga e rappresentativa, mentre egli continuera' a sostenermi con passione e convinzione attraverso le sue idee. Il mio metodo e' di lavorare sui grandi temi che interessano la vita delle persone e che sono assenti dall'attuale dibattito politico e di operare nel modo piu' inclusivo possibile, libero e autonomo. D'altra parte la mia candidatura si fonda proprio sulla volonta' di rompere ogni schema del passato. Per quanto mi riguarda non rinuncero' all'apporto intellettuale e alle idee di Goffredo Bettini nella maniera in cui lui le vorra' mettere a disposizione di questo grande progetto di cambiamento".

8 luglio 2009 - Autodeterminazione nella scelta
"La mia posizione sul testamento biologico e' chiara e altrettanto cristallina sara', in tal senso, la mia mozione al congresso del Pd. Da sempre chiedo di rispettare il principio dell'autodeterminazione nella scelta delle terapie garantito dall'art. 32 della Costituzione: diritto, non dovere, alle cure e alle terapie".

9 luglio 2009 - Il bisturi delle intercettazioni
''Credo fermamente che la legge sulle intercettazioni - dice il chirurgo genovese - sia estremamente negativa. Situazioni gravi come la clinica Santa Rita, dove ad alcune persone toglievano mammelle solo per un tornaconto economico, non sarebbero state scoperte. E come se si togliesse ad un medico il bisturi''.

11 luglio 2009 - Un criminale nel Pd
''Trovo davvero incredibile che un criminale che gia' 13 anni fa era stato coinvolto in odiosi reati di violenza sessuale possa essere arrivato a coordinare un circolo del Pd''. E un duro atto d'accusa quello lanciato dal senatore Ignazio Marino, candidato alle primarie del partito, sui criteri di selezione del dirigenti locali. ''E' evidente - spiega MArino in una nota - che nel Pd abbiamo una questione morale grande come una montagna, che non puo' essere ignorata ne' sottovalutata. Come vengono individuati i coordinatori dei circoli? E' chiaro che non sono scelti liberamente ma imposti, sono messi in quelle posizioni per rispondere agli equilibri delle correnti e per di piu' senza nemmeno sapere chi siano queste persone, che cosa hanno fatto nella loro vita, se siano davvero in grado di guidare un circolo, anche dal punto di vista morale. Ma cosa dobbiamo ancora aspettarci?''.

11 luglio 2009 - "Non deve accadere"
"Quello che ho segnalato e' che con la nota vicenda di Roma e' successo qualche cosa che non doveva accadere e per questo dobbiamo interrogarci. Lo ripeto: non puo' accadere che una persona che ha avuto problemi con la giustizia tredici anni fa per un reato odioso e ignobile come la violenza sessuale, finisca a coordinare un circolo del Pd. E' importante - conclude - tenere alto ovunque il livello della vigilanza e questo caso, che e' un caso certamente isolato, deve rappresentare per noi un campanello d'allarme. Trovo non ci sia nulla di male nel riconoscere che e' stato fatto un errore, che non deve mai piu' ripetersi''.

La passione di Obama "interessa" il Vaticano

A quanto pare in Vaticano sono molto interessati alla passione di Obama per il lato B. Ieri ho ricevuto questa visita dal Vaticano nel post dove ho riportato la sbirciata di Obama alla delegata brasiliana Mayora Tavares, una delle rivelazioni del G8 de l'Aquila. Mi auguro che l'IP non sia quello di Benedetto XVI...o di qualche congregazione particolare. La ricerca è stata effettuata con le parole chiave "Obama" "lato b". Che Dio lo perdoni per quello che ha fatto......
11 Jul 18:02:06 IE 7.0 WinXP 1024x768 Holy See (vatican City State) Holy See - Vatican City State (212.77.0.223) [Label IP Address]lanfrancopalazzolo.blogspot.com/2009/07/obama-guarda-lato-b-della-delegata.html -