venerdì 18 settembre 2009

Ha fatto bene a non andare a Wall Street

Intervista a Joseph La Palombara
Voce Repubblicana, 18 settembre 2009
di Lanfranco Palazzolo

E’ una fesseria accusare Obama di non essere andato a Wall Street un anno dopo il fallimento della Lehman Brothers. Il Presidente ha preferito tenere il suo discorso perché vuole che la finanza americana sia al servizio di tutto il paese. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il politologo americano Joseph La Palombara, autore con Luigi Tivelli di “Stati Uniti? Italia e Usa a confronto” (Rubettino).
Professor La Palombara, gli Stati Uniti si stanno avvicinando all’Italia e all’Europa cercando di prendere esempio dal modello del nostro continente a partire dalla riforma sanitaria?
“Questa sarebbe una svolta importante che vorrebbero tanti miei colleghi negli Stati Uniti che seguono e studiano esclusivamente la politica americana. Loro sperano che questa sia davvero la volta buona. Però ho dei dubbi che questo avverrà”.
Di cosa è preoccupato e chi impedirà questa svolta? Dopo aver visto questa grande manifestazione contro Obama al Campidoglio cosa ha pensato?
“Nel settore della sanità esiste un paradosso incredibile. Se si fa un sondaggio su come la pensano i miei concittadini sulla questione della sanità si scopre che il 70 per cento è favorevole che si avvicina al modello europeo. Quando si tratta di politica e di processo politico è tutta un’altra storia. In un primo tempo il Presidente Obama, che voleva un sistema molti simile a quello italiano, oggi si trova di fronte a una serie di problemi insuperabili. Il primo problema è quello relativo alle lobbies. Nel saggio con Tivelli ho scritto che il problema delle lobbies è tipico degli Stati Uniti. Anche in Italia esiste questo problema, ma non nelle proporzioni in cui questo tipo di questione si presenta negli Usa. Negli Stati Uniti, le imprese di assicurazione della sanità si sono scatenate contro questo tipo di riforma. In quattro settimane sono riuscite a spendere 300 milioni di dollari per fare propaganda contro questa riforma. Ecco perché i sondaggi dicono che i cittadini favorevoli a questa riforma stanno diminuendo”.
Lunedì scorso Obama ha fatto un intervento molto importante ad un anno dal fallimento della Lehman Brothers, ma qualcuno lo ha accusato di aver disertato Wall street e di non aver voluto un nuovo piano di stimolo per l’economia.
“L’idea che il Presidente abbia disertato Wall Street è una fesseria. Il presidente Obama è stato molto bravo in economia e ha fatto bene a tenere il suo discorso nella Federal Hall per simbolizzare il fatto che Wall Street non deve fare solo una politica per i banchieri, ma deve invece impegnarsi per il bene del Paese. Obama vuole nuove regole perché la comunità finanziaria non si è dimostrata capace di attenersi alle regoli morali e legali. Trovo questo atteggiamento molto giusto e corretto da parte del Presidente degli Stati Uniti”.

Grazie ragazzi