domenica 27 dicembre 2009

Dove arriva quel cespuglio........

Cantona

Il mio amico Ken. Lode a Cantona

A Natale si presenta sempre il dilemma di vedere un film decente. Quest'anno era obiettivamente difficile cercare e trovare un film accettabile. Di solito chi va nelle sale è costretto ad andare a vedere stronzate come il film di Pieraccioni. Gardate che cazzo si è inventato questo........


Chi non vuole sorbirsi questa roba è costretto ad ammirare uno dei soliti film di registi sfigati di sinistra che parlano del terrorismo e di tutta questa roba qui. Chi intende sfuggire a questa logica deve andare a cercare con il lanternino un film piacevole. Devo dire che quest'anno è andata bene perchè l'amore per il calcio mi ha portato a vedere "Il mio amico Eric" di Ken Loach. In questo film c'è tutto: l'amore, il calcio, il passato e tanti errori....fortunatamente rimediabili. Nell'opera del regista inglese la vita passa in rassegna sotto gli occhi del protagonista, Eric, un impiegato delle poste britanniche che ha commesso nella sua vita tantissimi errori. Forse sarebbe andata peggio per lo sfortunatissimo Eric se non fosse arrivato il suo amico Cantona. Il bello di questo film è che racconta la nostra vita quando non la sappiamo affrontare e non siamo in grado di reagire ai nostri errori. La capacità di Loach è quella di farlo senza retorica, ma forse con troppa fantasia. Non succede quasi mai di trovare un intero settore della tua curva dello United che ti aiuti nel momento più difficile della tua vita. Grazie comunque a Ken Loach per questo piccolo sogno "reale". Quest'anno il regista britannico mi ha fatto il regalo più bello: mi salvato da quel coglione di Pieraccioni e dalla "Prima linea" di non so chi. Di questo te ne sarò grato per sempre, caro amico Ken..........Ricordati di me quando sarò in difficoltà.......