giovedì 31 dicembre 2009

Svizzera-Italia e il mancato miracolo di Berna

C'è stato un periodo in cui la nazionale italiana ha fatto davvero schifo: negli anni '50. In quegli anni gli azzurri erano caratterizzati per non essere troppo "italiani". La squadra era piena di oriundi senza troppe qualità. Questo era dovuto al fatto che il calcio italiano cercava di arruolare stranieri senza qualità per accontentare le piazze del calcio italiano. E poi gli allenatori dell'epoca non erano proprio in gamba. Ecco spiegato il perchè di questo penoso 1-1 tra Svizzera e Italia, giocato nel pieno della crisi politica del novembre del 1956 in Ungheria (A proposito di pena, sopra a sinistra potete ammirare una delle poche occasioni magnate dagli azzurri). La partita di cui stiamo parlando si è giocata allo Stadio di Berna l'11 novembre del 1956. Nel 1954, in quella stessa città, si erano sfidate Germania Ovest e Ungheria nella finale della Coppa Rimet. A sorpresa erano usciti vincitori i tedeschi, complice il campo pesante e altri "fattori misteriosi". Meglio non indagare! Da quei mondiali l'Italia sarebbe uscita fuori malamente, cacciata via proprio dagli elvetici. Ecco perchè due anni dopo era giustificata la voglia di rivincita, che però non ci fu. L'Italia arrivò penultima in quella Coppa Internazionale. Ma quella partita fu un piccolo disastro, anche se fu il primo punto rimediato dalla nazionale italiana. Prima di quella partita, l'Italia aveva giocato contro la Jugoslavia perdendo 4-0 e poi prendendo due pallini dall'Ungheria. Questa seconda partita è resocontata nel mio blog. Andate a cercare alla voce Ungheria o Puskas. Detto questo, il primo punto degli azzurri nella Coppa Internazionale fu il frutto di una partita mediocre. Lo scrisse anche Vittorio Pozzo dopo la partita di Berna. Gli Svizzeri andarono in vantaggio con una rete di Ballaman al 26 (Vedi prima foto sotto), raggiunti qualche minuto più tardi dal pareggio italiano di Firmani al '35 del primo tempo (La foto è la seconda grande sotto in sequenza da quattro). All'inizio di questo post ho parlato male degli oriundi, ma l'oriundo Firmani fece un gol meraviglioso. Il portiere elvetico Parlier fu letteralmente sorpreso dal tiro dell'attaccante italiano.
Nonostante quella prodezza. l'Italia rischiò di subire una goleada. Ma il portiere italiano, Ghezzi, memore della valanga di reti rimediate in quelle prime due partite della Coppa riuscì a fare il possibile e a salvare la rete. Prima della partita, Berna fu invasa da tifosi italiani incazzati perchè non volevano più gli oriundi nella nostra squadra azzurra (vedi la foto della manifestazione a sinistra). L'avrebbero avuta vinta solo dopo il disastro del Cile nel 1962. Ma al peggio non c'è mai fine. E nel 1966, con una squadra interamente italiana, ci pensò la Corea a darci una lezione di cosmopolitismo calcistico. Il vero miracolo di Berna della nostra nazionale sarebbe arrivato solo ai mondiali in Messico. Ah, dimenticavo una cosa, solo il 9 dicembre del 1956, un mese dopo, l'Italia è riuscita a battere l'Austria e a vincere la prima partita della Coppa Internazionale...Nella quale siamo arrivati penultimi. Buona visione.