venerdì 26 marzo 2010

Il Pd non ha un'idea su nulla

Intervista a Margherita Boniver
di Lanfranco Palazzolo
Voce Repubblicana 27 marzo 2010

Il Partito democratico non ha portato una sola idea in questa campagna elettorale. Lo ha spiegato alla “Voce Repubblicana” l’norevole Margherita Boniver del Popolo delle Libertà.
Onorevole Boniver, la campagna elettorale per le regionali è stata particolarmente difficile. Cosa pensa?
“La sinistra ha sempre avuto sempre gli stessi metodi che in genere falliscono perché gli italiani sono infinitamente più intelligenti e perspicaci di quanto la sinistra non possa prevedere. Loro ce l’hanno messa tutta cercando di sfruttare delle indagini illecite sulle telefonate illegalmente captate del Presidente del consiglio, che poi sono state ‘volantinate’ sui giornali amici della sinistra. Invece di agevolare la presentazione delle liste del Pdl hanno fatto di tutto per ostacolarle. Loro hanno cercato di spargere le solite menzogne a piene mani sul pericolo della xenofobia se nelle regioni governate dal centrosinistra arriva il Pdl con i suoi alleati”.
Quale esito ha avuto la manifestazione del centrodestra a Roma?
“Al di la del balletto delle cifre, ho passato due ore – prima che arrivasse Silvio Berlusconi – in mezzo alla nostra gente in piazza San Giovanni. E posso dire di essermi trovata di fronte ad una piazza amorosa e amorevole, popolata di gente che era arrivata per ascoltare Silvio Berlusconi con grande emozione. Ma ho visto che i nostri elettori erano determinati a ribaltare l’ingiustizia che aveva determinato la mancata presentazione della lista del Pdl a Roma. I nostri elettori hanno anche smentito le presunte divisioni all’interno del Pdl. Molti dei presenti in piazza San Giovanni si chiedevano perché il Presidente della Camera Gianfranco Fini non fosse presente in Piazza San Giovanni. E dicesse delle cose che sono state sfruttate dalla propaganda di sinistra come antitetiche al nostro programma”.
Come si è comportato il segretario del Pd Bersani in questa campagna elettorale?
“E’ difficile dare un giudizio. Mi pare che il Partito democratico sia alla disperata ricerca di una sua identità politica. Al di la dell’antiberlusconismo di maniera e ‘low cost’, non mi sembra di aver sentito una sola proposta politica degna di essere rimarcata da parte di Bersani o di qualsiasi altro leader del Partito democratico. Sono soltanto capaci di criticare Berlusconi: punto e a capo. E questa strategia rimane imbarazzante”.
Nichi Vendola ed Emma Bonino hanno salvato in parte la faccia al centrosinistra in Puglia e nel Lazio?
“La tenuta del Pd è stata messa a dura prova dalle recenti inchieste e dai recenti arresti di importanti dirigenti di questo soggetto politico. Noi siamo garantisti e non condanniamo questi personaggi. Ma devo osservare che queste sono regioni – compresa la Campania – dove la sinistra ha portato allo sfascio la sanità”.

Nessun commento: