sabato 1 maggio 2010

Il partito fondato sulla disoccupazione

La vigilia del mio 1° maggio è stata turbata da una da un manifesto del Partito democratico. Si tratta dell'ennesima bugia del Pd attaccata sul muro. Questo soggetto politico si è dichiarato il "Partito fondato sul lavoro" identificandosi con l'articolo 1 della Costituzione. Il leader di questo partito, Pierluigi Bersani, si è strappato le vesti per dimostrare nel corso della giornata che si sta per concludere per ricordare che con Berlusconi non si è visto nemmeno un posto di lavoro in più e che quelle del leader del Pdl sono state solo bugie. Sarà anche vero. Io non lo nego. Ma un politico serio dovrebbe occuparsi di quello che è stato capace di fare. E non dei presunti fallimenti degli altri. Vorrei ricordare all'onorevole Bersani che il suo Pd, quello che lo ha fatto diventare ministro dello Sviluppo economico, non ha fatto niente sul fronte dell'occupazione. A coronamento del "lavoro" fatto dal Pd vorrei ricordare quello che hanno combinato Bersani e i suoi amici l'ultima volta che sono stati al potere. Quello sotto è un ritaglio del Sole 24 Ore del 20 giugno del 2008 su quello che aveva fatto il Pd nei mesi precedenti. Il titolo de "Il Sole" parla da solo. Per il Partito del Lavoro però non ci siamo.....


Nessun commento: