giovedì 10 giugno 2010

Quando Santoro mobbizza la Rai

Voce Repubblicana del 10 giugno 2010
Intervista a Francesco Casoli
di Lanfranco Palazzolo

Sulle presunte dichiarazioni di Berlusconi sul Contratto di servizio Rai l’opposizione cerca solo di attaccare personalmente il Presidente del Consiglio. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il senatore Francesco Casoli, vicepresidente del gruppo parlamentare del Popolo delle Libertà al Senato, che accusa Santoro di fare il mobbing alla Rai.
Senatore Casoli, cosa pensa degli attacchi contro Silvio Berlusconi, al quale sono state attribuite delle frasi contro il Contratto di servizio Rai. Il presidente del Consiglio, che ha l’Interim dello Sviluppo Economico è tentato davvero dal non firmare questo documento?
“Le dichiarazioni che sono state rese note dimostrano quanto gli avversari di Berlusconi cerchino ogni giorno di portare la politica sul piano personale. La sinistra non vuole ragionare sulle soluzioni politiche da dare ai problemi del paese. Il Contratto di servizio è un documento molto importante, ma è assurdo associare questa vicenda al conflitto d’interessi di Silvio Berlusconi. Mi sembra che l’opposizione stia cercando di confondere tutto”.
Cosa pensa del Contratto di Servizio Rai?
“Lo stiamo votando in Vigilanza. La mia valutazione è che c’è stata indubbiamente una mediazione da parte nostra. Noi siamo la maggioranza e alcune idee le abbiamo sostenute con forza. Però non nascondo che ho trovato all’interno della Commissione di Vigilanza un clima di condivisione. Non scordiamoci che il relatore è un rappresentante dell’Udc. Noi abbiamo le nostre idee su questo documento. Non ho trovato in questa discussione la polemica che ho visto su Berlusconi. Quindi fatico a comprendere questa reazione contro Berlusconi su parole che non sono nemmeno state pronunciate”.
E’ giusto che Berlusconi conservi l’interim di ministro allo Sviluppo Economico?
“Credo che su questo ministero il governo debba prendersi il tempo che ritiene necessario. La vicenda dello Sviluppo economico è molto delicata. Non stiamo parlando di un ministero di primo livello. Io ritengo che l’esperienza del Presidente del Consiglio e la sua storia personale non mettono l’Italia in pericolo se l’interim durerà nel tempo. Credo che Berlusconi ha sempre dimostrato di saper fare gli interessi del paese. Oggi si stanno giocando delle partite internazionali molto importanti come dimostra l’accordo tra Finmeccanica e Boeing. I nodi da sciogliere sono molti. Non vedo nessuno scandalo in questo interim”.
Cosa pensa della conferenza stampa di Michele Santoro, che ha accusato la Rai di mettere in atto una sorta di mobbing contro di lui?
“Credo che Santoro abbia voluto fare una sparata sulla fine del suo rapporto con la Rai. Ma quando la Rai si è dichiarata disponibile all’uscita dall’azienda Santoro si è spaventato. Ma credo che ad essere vittima del mobbing sia la Rai e non Santoro”.

Nessun commento: