sabato 9 ottobre 2010

"Catania politica" riprende il mio articolo del 15 settembre su "Il Tempo"

In vista dell'incontro tra Raffaele Lombardo e Gianfranco Fini, "Catania Politica" pubblica questa nota in cui cita il mio articolo dello scorso 15 settembre sul duo FINI-LOMBARDO.
8 Settembre 1992. Catania, comizio di Gianfranco Fini (tratto da il Tempo, articolo di Lanfranco Palazzolo). “Nel corso del suo comizio a Catania, l’8 settembre del 1992, Gianfranco Fini sferrò un durissimo attacco alla Dc siciliana. All’indomani, il quotidiano La Sicilia riportò l’intervento di Gianfranco Fini affermando che il Governo in carica, si trattava dell’esecutivo guidato da Giuliano Amato, avrebbe dovuto «mettere in condizione di non nuocere: politici collusi con le cosche mafiose». Lo stesso Fini affermava che vi erano uomini politici «da sorvegliare». Ma chi erano questi uomini politici? Fini li elencava ai militanti del Msi: «Si tratta di esponenti politici regionali al centro di inchieste su scambi di favori e voti con esponenti mafiosi, su compravendite di posti di lavoro pubblici, su finanziamenti pubblici alle proprie campagne elettorali». Nel suo intervento Fini elencò questi nomi: Raffaele Lombardo, Domenico Sodano, Biagio Sisinni, Giuseppe D’Agostino, Salvatore Lenza, Alfio Pulvirenti e Salvo Fleres.”.
Fini le cose che aveva detto allora su Lombardo le ripeterà de visu oggi al suo alleato Raffaele?

Nessun commento: