giovedì 21 ottobre 2010

Pasolini comunista dissidente

La Kaos edizioni ha pubblicato un bel saggio di Giorgio Galli dal titolo "Pasolini comunista dissidente". In questo libro viene analizzato il pensiero politico di Pier Paolo Pasolini. Forse è bene ricordare a molti che il pensiero politico di Pasolini non era ben accetto dal Partito comunista. Anzi, per la verità si fa davvero fatica a riconoscere in Pasolini un comunista. Lo scrittore fu certamente un libertario molto pessimista, mal tollerato dal Pci di quegli anni. Iniseme alla presentazione di questo interessante libro voglio allegare qui l'articolo de "l'Unità" che commenta l'assassinio di Pier Paolo Pasolini la mattina del 3 novembre del 1975. Buona lettura.

1 commento:

Il grande marziano ha detto...

L'articolo non si riesce a leggere. Troppo piccolo il carattere.