sabato 13 novembre 2010

La libreria di Pierluigi Bersani piange


Qual è la differenza tra i messaggi pubblici del segretario del Partito democratico Pierluigi Bersani e quelli di Silvio Berlusconi? Quando fa un messaggio filmato, Silvio Berlusconi cura molto di più i partitcolari. Mentre Bersani non lo fa. Anzi, il segretario del Pd riesce sempre a dare di se la peggiore immagine possibile. Lo testimonia un piccolo spot andato in onda su YOUDEM ieri sera. Nel corso del messaggio agli elettori del Pd in vista delle primarie, Bersani, che si presentato vestito da controllore delle FS, è stato capace di realizzare un filmato, nella stessa ambientanzione, con due diverse inquadrature. Nella prima inquadratura Bersani parla mentre al suo fianco appaiono nell'ordine una pianta, una bandiera e un'altra bandiera. E, sullo sfondo, una libreria con quattro volumi appoggiati. Il problema di questa inquadratura è che i libri non sembrano di pregio. E le bandiere sono indistinguibili. Sembra quasi che Bersani abbia realizzato questo messaggio dentro un ripostiglio. Qualche secondo dopo, Bersani viene inquadrato di nuovo. Ma anche qui non si chiarisce nulla. La libreria è evidentemente piena di vuoti. La bandiera resta indistinguibile. Ma alle spalle di Bersani spunta l'immagine di un ritratto (a me sembra un autorittratto di De Chirico) che copre inpietosamente un vuoto. Quando si dice la chiarezza.

Nessun commento: