domenica 7 novembre 2010

Quando "Repubblica TV" dimentica il punto interrogativo

A "Repubblica TV" non se la passano bene. Non fanno altro che parlare male di Berlusconi. Ma la foga antiberlusconiana gioca brutti scherzi. Una televisione che viene realizzata all'interno di una redazione giornalistica può permettersi tante cose, ma non sbagliare a mettere in sovrainpressione il titolo della trasmissione. E così, ieri, mentre stavo guardando quella bruttissima trasmissione con il vicedirettore di "Repubblica" Massimo Giannini sono rimasto sorpreso nel leggere questo titolo: "E' pronto il Partito democratico". Quando ho letto il titolo mi sono immediatamente reso conto che avevano sbagliato a scriverlo. Allora ho pensato: "Dovevano scrivere: il partito democratico è pronto". Però mi sembrava anche strano che il Partito democratico fosse pronto a qualcosa. Ma il mistero è stato ben presto svelato. Come succede anche ai "migliori", mi riferisco naturalmente a quelli di Repubblica Tv, avevano sbagliato a scrivere il titolo dimenticando che ci voleva un punto interrogativo alla fine della frase. E così, circa cinque minuti dopo l'inizio della trasmissione, è apparso questo il titolo corretto: "E' pronto il Partito democratico?". A questo punto la risposta è stata quasi d'obbligo: Noooooo, a meno che non cambiano il titolista di "Repubblica TV".

Nessun commento: