sabato 9 gennaio 2010

No a quella candidatura "unica"

Intervista a Bobo Craxi
di Lanfranco Palazzolo
Voce Repubblicana
del 9 gennaio 2010

La Polverini non può essere la candidata unica del Pd-Pdl. Lo pensa Bobo Craxi, dei Socialisti Uniti –Psi.
Onorevole Bobo Craxi, i radicali hanno presentato la candidatura di Emma Bonino alle prossime elezioni regionali nel Lazio. Ma il Pd stenta a dare un risposta cosa pensa di questa situazione?
“La candidatura di Emma Bonino è un elemento molto positivo rispetto al tentativo di rendere la candidatura di Renata Polverini come unica, che assomiglia ad un candidatura di regime: gradita alla destra e alla sinistra. Credo che con questa candidatura Emma Bonino possa confermare l’ottima esperienza compiuta nel secondo Governo Prodi e nella Commissione Europea. Questa candidatura può aiutare la sinistra ad uscire dall’impasse. A meno che non ci sia un’entente cordiale, un accordo sottobanco tra destra e sinistra per far passare Renata Polverini. Mi auguro che questa candidatura possa ottenere un consenso largo di tutti i socialisti”.
Che interesse può avere Bersani nella vittoria della Polverini?
“La politica non è come il calcio, dove c’è un’unica palla e le regole del gioco sono chiare e certe. La politica della Seconda Repubblica ha un sottobosco e un sottobanco abbastanza nascosto. C’è la politica dei grandi interessi, della città, della necessità di non pestare i piedi all’elettorato cattolico, di non affrontare il centrodestra a Roma. Questa politica è stata fatta anche nel periodo in cui Governava Walter Veltroni a Roma come sindaco. Si sa di questo doppio filo che lega l’area ex fascista ed ex comunista della capitale. Mi auguro che questo esperimento di Emma Bonino possa e debba essere replicato”.
Pensate di fare delle liste comuni, laiche con i radicali?
“Se per liste comuni si intendono le liste del presidente, è evidente che ci saranno le liste con i radicali e i socialisti e i laici. L’idea di riunire le nostre forze è un fatto certamente molto positivo. Gli aspetti tecnici li vedremo dopo. L’importante è affrontare questa campagna elettorale a viso aperto”.
Come ha analizzato le parole di Bersani nella conferenza stampa di giovedì sulle regionali?
“Dopo aver dato un mandato esplorativo a Nicola Zingaretti è chiaro che Bersani non avrebbe appoggiato la candidatura della Bonino in prima battuta. Ma lo scontro tra due donne nel Lazio ha un suo obiettivo fascino per il valore obiettivo dei due candidati. Credo che soprattutto dopo la candidatura di Emma Bonino ogni forma di tatticismo politico dovrà essere abbandonato”.
Perché il Pd ha cercato di pescare candidature tra esponenti del suo partito eletti in altre istituzioni come Presidente della Provincia di Roma Zingaretti ed il sindaco di Bari Emiliano?
“E’ un problema di panchina corta e mancanza di ricambio. La demagogia del Pd suo nuovismo non ha prodotto figure autorevoli”.

Linda D. presenta il suo Cd

Il pomeriggio dell'8 gennaio ho assistito alla presentazione del Cd di Linda D. Ecco uno dei brani che presenterà in anteprima nazionale il prossimo 10 gennaio all'Exclusive club di Viale della Civiltà del Lavoro 50 a Roma. Linda D. è molto brava. Gli auguro un grande successo.