martedì 16 febbraio 2010

Bertolaso merita stima

Voce Repubblicana 16 febbraio 2010
Intervista a Mario Landolfi
di Lanfranco Palazzolo

Guido Bertolaso merita la nostra stima e solidarietà. Lo ha detto alla “Voce” l’onorevole Mario Landolfi, coordinatore del Pdl in Campania.
Onorevole Landolfi, cosa pensa della tempesta che si è abbattuta sul sottosegretario alla Protezione Civile Bertolaso.
“Guido Bertolaso ha collaborato con numerosi governi di diverso segno politico e non è un uomo di parte, ma è un servitore dello Stato ed ha operato in situazioni molto difficili, contribuendo a realizzare una macchina efficientissima della protezione civile, che ormai è diventata un vero e proprio modello internazionale da imitare. Non voglio pronunciarmi sulla questione giudiziaria perché sarà la magistratura ad accertare la verità e l’effettivo andamento delle cose. Posso dire che Bertolaso ha sempre svolto al meglio gli incarichi che gli sono sempre stati affidati. Ricordo che quando Bertolaso ha ricevuto l’avviso di garanzia non ha esitato a dimettersi. Queste dimissioni sono state respinte dal Consiglio dei ministri. Credo che Bertolaso sia una persona meritevole della nostra comprensione, ma ritengo che meriti la nostra stima e la nostra solidarietà”.
Perché dopo l’avviso di garanzia Bertolaso non è stato immediatamente ascoltato come il sottosegretario aveva chiesto? L’avviso di garanzia arriva subito e l’indagato quando viene ascoltato?
“L’avviso di garanzia, in linea teorica, è una misura a tutela dell’indagato. Io spero che la magistratura accerti, nel tempo più rapido possibile, eventuali responsabilità e che questa vicenda non venga strumentalizzata dalla opposizione e da una parte politica, considerando che siamo nell’imminenza di una importantissima campagna elettorale. Ho sentito che Bertolaso è molto sereno, ma auspico che la magistratura accerti ogni fatto nella misura più rapida possibile”.
Che impressione ha avuto in merito al dibattito sulla riforma della protezione civile? Prima dell’avviso di garanzia a Bertolaso, i parlamentari del Pd avevano accusato Bertolaso di accumulare troppo potere…
“Penso che in una fase come questo l’opposizione cerca di utilizzare l’arma della propaganda perché siamo nell’imminenza di un’importantissima campagna elettorale. Bisogna fare la tara su quello che ascoltiamo. La nostra protezione civile è un modello da imitare. E’ chiaro che la protezione civile, per esprimersi al meglio, ha bisogno di rapidità ed efficienza e di un’unicità di comando. Ed è normale che il capo della protezione civile abbia potere. Altrimenti non si comprende come possa affrontare rapidamente le emergenze. Ho ritenuto queste critiche pretestuose e dettate dalla campagna elettorale”.
Ci troviamo di fronte ad un nuovo caso Mastella: dimissione e poi nessuna prova? Siamo ad una nuova stagione di veleni?
“Non mi risulta che questa campagna sia mai cessata”.

GIANNI CUPERLO HORROR


UN FILM DA NON PERDERE