mercoledì 11 agosto 2010

Mio cognato, mio cognato

I dubbi della giovane Rosi Bindi

La protagonista di oggi è un personaggio indimenticabile della politica italiana. Stiamo parlando di Rosi Bindi. Eccola qui il primo giorno alla Camera dei deputati. Appena entrata in aula si domanda: "E adesso dove mi metto". Naturalmente il dubbio viene espresso con l'immancabile dito in bocca. Rieccola qualche anno dopo, sempre più simpatica che mai, mentre fa la splendida con il fotografo. Da notare l'orologetto trovato dentro una confezione delle patatine PAI, orgoglio della nostra industria alimentare. Ma nell'altra mano osserviamo un pugno chiuso, segno di apparente apertura verso gli altri....
Qui i dubbi della Bindi si moltiplicano per quattro. Per riuscire a reggere tutti i dilemmi che ruotano nella testina della nostra leader democratica è necessario il palmo della mano con quattro dita in appoggio.

Una delle caratteristiche della Bindi è il suo amore per i giovani. In basso la vediamo con l'onorevole Mattarella mentre si prepara a partecipare ad un rave party.
Ed eccola, più felice che mai, all'osteria numero 5 del Partito popolare mentre si gode in perfetta tranquillità il suo goccetto lontana da Mattarella.
Qui sotto la vediamo in sogno mentre immagina di trovarsi con il suo uomo ideale: Mino Martinazzoli. Le dita sulla bocca sono tre.
Qui è in pieno autoallisciamento mentre si prepara all'immancabile festa del sabato sera.
Nella foto sotto ritornano i dubbi del primo giorno in Parlamento. Ma l'espressione, rispetto a quella degli esordi, sembra più intelligente. Il dito però resta sempre appoggiato in bocca come Susanna, la protagonista degli spot di carosello dei formaggini "MIO".
A proposito di giovani eccola alle prese con la giovanissima Rosa Russo Iervolino. Le dita in bocca sono tre.
FINE

Bocchino: 4 mesi fa aveva definito Berlusconi "Un genio"

Titolo de "Il Riformista" del 1 aprile 2010.