giovedì 12 agosto 2010

Aderite alla campagna de "Il Giornale"

La democrazia totalitaria vista con gli occhi di Domenico Tarantini.

Non so se avete mai avuto l'occasione di leggere un saggio di Domenico Tarantini. Io l'ho fatto e devo dire che è stato molto interessante studiare passo dopo passo "La democrazia totalitaria. Il Moro necessario. Potere e rivoluzione oggi in Italia". Si tratta di un libro pubblicato all'indomani del rapimento e dell'assassinio di Aldo Moro. "La democrazia totalitaria" è un saggio che non attacca duramente il terrorismo armato, ma i partiti che hanno determinato la morte di Moro e coloro che volevano cercare di salvarlo, come Bettino Craxi e il Psi. Il libro di Tarantini analizza la politica di cambiamento del Pci negli anni '70 verso la Dc a partire dal voltafaccia comunista sulla legge Reale. Tarantini spiega, con una serie di citazioni e di fatti, la prova dell'asservimento del Pci alle forze del capitalismo italiano. E' uno dei libri più amari che abbia mai letto sulla realtà di quel drammatico momento. Il saggio è corredato anche delle lettere di Aldo Moro per far comprendere al lettore il dramma della morte dello statista attraverso le sue parole. Se pensiamo all'accoglienza del recente saggio di Gotor su Aldo Moro è inspiegabile che tutti abbiano dimenticato questo grave atto di accusa di Tarantini.