giovedì 29 settembre 2011

Cosa è successo in quelle primarie?


Intervista ad Amedeo Laboccetta
Voce Repubblicana, 29 settembre 2011 
di Lanfranco Palazzolo

I cittadini napoletani vogliono sapere quello che è accaduto nelle elezioni primarie di Napoli. E la procura di Napoli deve indagare su questo. Lo ha detto alla “Voce” il deputato del Popolo delle Libertà Amedeo Laboccetta.
Onorevole Laboccetta, nei giorni scorsi si è sparsa la notizia che la Procura di Napoli avrebbe chiesto al Partito democratico gli elenchi dei votanti alle ultime primarie che si sono tenute in vista delle elezioni comunali. Quelle consultazioni erano state annullate dal Pd a causa di presunte irregolarità. Cosa sta accadendo?
Credo che nelle mani delle Procura di Roma ci sono elementi molto significativi su questa vicenda, che ritengo gravissima. Nella città di Napoli questa vicenda non è passata inosservata. I napoletani la conoscono bene e sono rimasti molto colpiti di quello che è accaduto nei giorni delle elezioni primarie, soprattutto per chi vive la politica nel territorio. Ricordo che la vicenda venne denunciata proprio dagli esponenti della sinistra del Partito democratico, i quali hanno denunciato operazioni poco chiare nei quartieri di Secondigliano. Tra l'altro, della vicenda se ne occuparono alcuni giornali. Poi la vicenda cadde nel silenzio dei mezzi di informazione. A quanto pare, oggi si è riaperto uno squarcio di verità su questa vicenda. Mi auguro che venga fatta chiarezza su una delle vicende più inquietanti della politica partenopea. Questa è una brutta pagina che è stata vissuta con grande sofferenza dai cittadini napoletani”.
I vertici del Pd napoletano hanno poi smentito che la procura avesse realmente chiesto questi elenchi.
Non credo che la procura di Napoli sia rimasta con le mani in mano. I magistrati napoletano hanno tra le mani più di un elemento su questa vicenda. Mi auguro che su questa vicenda la procura di Napoli vada fino in fondo”.
Non crede che la procura di Napoli sia troppo schierata politicamente per svolgere un'indagine seria su quello che è accaduto nelle recenti elezioni primarie di Napoli?
La procura di Napoli si distrae troppo spesso. Lo ha fatto anche su questa vicenda. Lo ha fatto anche sul caso dell'onorevole Milanese, trascurando alcuni aspetti emersi dalle carte processuali, evitando di indagare su alcuni filoni d'indagine. Infatti, nelle carte delle indagini relative al caso Milanese è apparso più volte il nome di Andrea Cozzolino”.
Il Pd avrebbe dovuto restituire i soldi delle elezioni primarie agli elettori?
Quello dei soldi è un aspetto marginale della vicenda. Gli elettori del Pd e i napoletani vogliono sapere se ci siano state in questa vicenda delle infiltrazioni poco chiare. Il punto è questo. Il Pd ha fatto della questione morale un suo punto d'onore. Se è caduto in incidente di questo tipo la dice lunga sull'integrità dei dirigenti di quel partito”.