venerdì 14 ottobre 2011

Nefasto Fini

Intervista a Francesco Casoli
Voce Repubblicana del 14 ottobre 2011
di Lanfranco Palazzolo

In questa fase politica Gianfranco Fini sta svolgendo un ruolo nefasto. Lo ha detto alla “Voce” il senatore Francesco Casoli, vicepresidente del gruppo del Pdl al Senato.
Senatore Casoli, cosa succederà al Governo dopo la battuta d'arresto sul DEF alla Camera?
“Non è facile rispondere con certezza a questa domanda. Quello che abbiamo visto mercoledì alla Camera non è stata una scivolata d'aula, ma non è un segnale politico al governo. Ciò che è accaduto deve far riflettere. Ritengo che si tratti di un segnale di maggior coinvolgimento da parte di alcuni gruppi della maggioranza. C'è una voglia di raggiungere dei risultati forti e concreti durante questa legislatura. Se guardiamo gli atti compiuti dal governo in questi tre anni di legislatura, le cose fatte sono state tante. Purtroppo l'antipolitica sta vincendo sulla concretezza. La demagogia sta prendendo il sopravvento su tutto. Il nostro compito non è quello di scendere sullo stesso livello di chi applica questi metri di giudizio, ma anche noi dobbiamo lanciare dei messaggi forti e concreti al nostro elettorato”.
Come si concluderà il dibattito sulla fiducia?
“Si concluderà come si sono conclusi tanti altri dibattiti politici nel corso di questa legislatura. Il Governo confermerà di avere la fiducia e continuerà a svolgere il suo lavoro sia alla Camera che al Senato. Anzi, sono convinto che il governo ne uscirà con numeri molto più solidi dell'ultima volta, tutto quanto si ricomporrà. Ma restano comunque aperti i problemi che ho ricordato prima. Prima li risolviamo meglio è”.
Che ruolo sta svolgendo il Presidente della Camera Gianfranco Fini? La terza carica dello Stato è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Napolitano dicendo che è sempre più difficile andare avanti in queste condizioni. Teme che quest'uomo possa svolgere un ruolo nefasto per il futuro del Governo?
“Se devo essere onesto, quando ho saputo che Fini era salito al Quirinale per parlare con il Presidente della Repubblica ho pensato che andasse a rassegnare le sue dimissioni. Credo che Fini abbia giocato un ruolo nefasto nel corso di questa legislatura. Il Presidente della Camera ha creato una ferita che deve ancora essere rimarginata del tutto. Se non ci fosse stata l'operazione politica messa in piedi da Fini avremmo potuto fare tante altre cose in questo ultimo anno. Francamente non riesco a capire questo modo di affrontare le cose da parte di Fini e dell'opposizione. Sfruttare politicamente certe debolezze del governo lo capisco, ma non comprendo il tentativo di far cadere la maggioranza di governo. Fini si sta comportando male come tutta l'opposizione. Noi abbiamo certamente fatto molti errori, ma non ha senso imbastire una campagna di comunicazione per bloccare il paese con iniziative che non portano a nulla”.