giovedì 10 novembre 2011

Quel sindaco doveva dimettersi


Intervista a Gian Vito Graziano
di Lanfranco Palazzolo
Voce Repubblicana, 10 novembre 2011

I sindaci hanno un ruolo importantissimo nelle politiche di prevenzione sul territorio per evitare situazioni drammatiche come quella di Genova. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il presidente nazionale dell'Ordine dei geologi Gian Vito Graziano. Ecco cosa ci ha detto Graziano della situazione di Genova e le sue personali valutazioni sul comportamento del sindaco di Genova Marta Vincenzi.
Presidente Graziano, cosa pensa di quello che è accaduto a Genova negli ultimi giorni dopo la grave alluvione sulla città ligure?
“Nel nostro paese manca un sistema di difesa del suolo, di prevenzione del dissesto idrogeologico. Nel nostro paese manca totalmente una politica di prevenzione rispetto a questi eventi. Anche nella fase della protezione civile, purtroppo, assistiamo ad una serie di mancanze. Se i comuni non si dotano, come dovrebbero, di un piano di protezione civile serio, fatto da gente competente non cambierà mai nulla. Un piano di protezione del genere deve essere fatto seriamente, con delle esercitazioni periodiche e comunicandolo alla popolazione. Se non si fanno queste cose è difficile pensare che la protezione civile possa intervenire adeguatamente su quanto è accaduto”.
Che ruolo hanno i sindaci in questo ruolo di prevenzione?
“I sindaci hanno un compito importantissimo. Questa istituzione è l'autorità prima di protezione civile e dovrebbe organizzarsi adeguatamente. Di questi temi si parla solo quando si verificano gravi situazioni come quella di Genova. Ecco perché dovremmo lavorare sul fronte della prevenzione e mettere in sesto una macchina della protezione civile”.
Il piano di protezione civile che i comuni devono mettere in pratica è obbligatorio per legge?
“Sì, i comuni sono obbligati a realizzare questo piano per legge. La legge dice che i comuni “possono” organizzare un piano di protezione civile e non dice esplicitamente che “devono” farlo. L'interpretazione giuridica impone di fare questo piano. A me pare incredibile che ci siano comuni che non si sono mai dotati di un piano di protezione civile. Qui si tratta di salvaguardare il territorio e di salvare vite umane”.
Esiste un testo unico che raccoglie le norme in materia di difesa del suolo?
“No, non esiste un testo unico sulla difesa del suolo. Queste norme sono contenute in un altro testo unico, quello sull'ambiente. Bisognerebbe stralciare queste norme da quel testo unico per creare una normativa specifica”.
Al posto di Marta Vincenzi si sarebbe dimesso da sindaco di Genova?
“Non voglio alimentare altre polemiche. In Italia manca la capacità politica di fare un passo indietro. Io, al posto della Vincenzi, mi sarei dimesso. Se vuole sapere la mia personale opinione, secondo me dovrebbe dimettersi alla fine dell'emergenza. Ma questi passi, in politica, non si fanno più”.

Il voto sul rendiconto generale dello Stato che segna la fine del governo Berlusconi