martedì 13 marzo 2012

Con quella frase Alfano ha sbagliato


Voce Repubblicana del 13 marzo 2012
Intervista a Mario Staderini
di Lanfranco Palazzolo

Con quella frase sulle unioni civili Alfano ha fatto la figura del fondamentalista. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il segretario di Radicali italiani Mario Staderini.
Segretario Staderini, cosa ne pensa dell’intervento pronunciato dal segretario del Pdl Angelino Alfano, che ha criticato la possibilità che vengono introdotte delle nuove norme per regolare le coppie di fatto omosessuali?
Quello di Angelino Alfano mi è sembrato un tentativo disperato di cercare di dimostrare all'opinione pubblica di esistere e di contare. E lo ha fatto in questa maniera finendo per dimostrarsi come un fondamentalista. Sembrava che Alfano si fosse trasformato in Carlo Giovanardi. Il segretario del Pdl non ha fatto altro che rivendicare l'eccezione che l'Italia rappresenta in tutta l'Europa Occidentale per quanto riguarda il riconoscimento giuridico di nuove forme familiari. Secondo Alfano non dovrebbero nemmeno essere riconosciute le coppie di fatto. Alfano ha rivendicato un decreto che venne presentato durante la vicenda di Eluana Englaro che permetteva di 'sequestrare' il corpo di quella ragazza. Con queste parole Alfano sta cercando di costruirsi una sua identità. E lo ha fatto nel peggiore dei modi: negando i diritti e pensando che questa negazione possa essere contrapposta allo sviluppo. I cittadini italiani sono molto più intelligenti. Infatti, l'associazione 'Certi diritti' sta registrando un grande successo per la raccolta delle firme a favore delle proposte di delibera comunale per il riconoscimento delle Unioni civili”.
Il Partito democratico vi ha sostenuto nelle vostre battaglie politiche a favore del riconoscimento delle unioni civili? L’atteggiamento di questa forza politica sul divorzio breve, e anche su questo argomento, ha provocato e continua a causare tante polemiche. Cosa pensate?
Dopo le parole di Alfano c'è stata molta ironia su quello che il Pd avrebbe fatto al posto del Pdl su questi temi. Ovviamente si tratta di ironie più che giustificate. La dirigenza del Partito democratico ha dimostrato di essere molto incerta su questo argomento. Non sanno cosa fare. Gli elettori del Partito democratico si è riconosciuto nelle battaglie radicali, ma i dirigenti di questo partito sono totalmente scollegati dalla propria base. Ecco perché vogliamo porre questi temi nell'agenda politica italiana”.
Lo schema bipolare ha bloccato le grandi conquiste civili in Italia?
Credo che il motivo di questa nostra arretratezza, di questo spread sui diritti civili, dipende dalla mancanza di democrazia nel nostro paese. Tutte le forze politiche hanno paura di affrontare questi temi democraticamente, di fronte a milioni di spettatori. I partiti fanno di tutto per tenere la politica fuori da questi temi. Infine, il Vaticano ha acquistato troppo potere”.

Nessun commento: