martedì 8 maggio 2012

Andreotti e la previsione sbagliata della zingara di Belgrado


Nel formulare i miei auguri per una pronta guarigione al senatore a vita Giulio Andreotti, vorrei ricordare un episodio divertente del 1985, anno in cui una delegazione del governo Craxi si recò in visita a Belgrado. In quella occasione il Presidente del Consiglio Craxi e il ministro degli Esteri Andreotti si fecero leggere la mano da una zingara, che disse a Craxi che la sua guida governativa sarebbe durata fino al 1989 e che Andreotti avrebbe avuto seri problemi di salute. Nessuna delle due previsioni era esatta. Craxi sarebbe durato quasi altri due anni al governo e Andreotti, nonostante tutti i processi e le persecuzioni subite, non ha avuto nemmeno un attacco di febbre. In compenso - e di questo mi dispiace molto - la zingara è scomparsa da anni. Questo cosa significa?! Che un politico avveduto non deve farsi mai leggere la mano. Alla fine ci rimette sempre chi si offre e le previsioni sono sempre sbagliate. La zingara di Belgrado ce lo insegna.

Nessun commento: