sabato 12 maggio 2012

Assalto ad Equitalia

 Come avrete visto dai principali telegiornali, in questi giorni si è scatenato un finimondo contro Equitalia. Secondo me si tratta di un "finimondo" annunciato. In tempi di crisi come questi l'esasperazione gioca brutti scherzi. Ma le proteste di questi giorni rischiano di far infiltrare nelle file degli scontenti del fisco anche persone che non hanno nulla a che vedere con la genuinità di queste proteste. E' bene che i cittadini facciano sentire il loro disappunto contro Equitalia e che ci siano proteste quotidiane. Ma queste proteste non devono mai sconfinare nell'illecito o legittimare atti violenti. Io stesso non apprezzo i metodi di Equitalia. Nei giorni scorsi ho visto che a Catanzaro sono arrivati a pignorare in banca gli stipendi. Penso che questa società agisca scorrettamente chiedendo interessi fuori dal mondo. Ma da qui a passare alla violenza ce ne passa. Detto questo voglio gridare anche io - molto civilmente - la mia disapprovazione nei confronti di Equitalia. 



Nessun commento: