sabato 7 luglio 2012

Quel ministro deve fare le valigie

Voce Repubblicana, 8 luglio 2012
Intervista a Fabio Rizzi
di Lanfranco Palazzolo

Elsa Fornero è il primo ministro che dovrebbe tornare a casa. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il senatore Fabio Rizzi della Lega Nord.
Senatore Rizzi, come è andato il vostro congresso che ha portato alla guida del Carroccio Bobo Maroni?
Ai vertici della Lega c’è stato un ricambio doveroso dopo lo tsunami giudiziario che ha sovvertito il nostro movimento. Ritengo che sia stato montato un caso mediatico sul dualismo tra Maroni e Umberto Bossi, che resterà nella Lega a fare il grande saggio. Maroni può rilanciare il ruolo della Lega. Ora, la Lega deve ritrovare il suo slancio e ridare slancio ai suoi militanti che sono sempre stati lo sprone della Lega. I militanti hanno subito il peso della tegola che è caduta addosso al nostro movimento con le inchieste della magistratura”.
Cosa ha danneggiato la Lega in questi mesi di sofferenza politica?
Siamo stati danneggiati dal cosiddetto ‘cerchio magico’. Il trascinarsi dell’alleanza berlusconiana non ci ha fatto certo bene visto che il governo era agonizzante. Ma credo che il nostro movimento sia stato danneggiato da alcuni uomini che hanno in qualche modo circuito un grande uomo come Umberto Bossi. Quella situazione non poteva proseguire”.
Ci sono stati episodi come la richiesta delle dimissioni di Rosi Mauro che hanno creato non poche perplessità su come la Lega si è mossa nei confronti di alcuni esponenti del suo movimento. Casi come questi vi hanno danneggiato?
No, non credo che ci sia stato un elemento del genere a provocare grossi danni. L’episodio di Rosi Mauro è stato considerato come un atto di cannibalismo, ma è stato un gesto doveroso. Ce ne saranno altri di episodi del genere che vedranno la marginalizzazione di alcuni esponenti politici. Il nostro compito è quello di emarginare alcuni esponenti politici che si sono comportati male nei confronti del nostro movimento. Ma prima di trovare l’unità interna alla Lega dovrà ‘scorrere altro sangue’ all’interno della Lega”.
Cosa pensa dell’operato del ministro del Welfare Fornero?
Il giudizio su questo ministro è negativo. La Fornero sta lavorando in modo del tutto demenziale. Il suo biglietto da visita lo ha dimostrato il giorno in cui ha versato le lacrime di coccodrillo quando ha fatto la riforma delle pensioni. Ogni volta che questo ministro ha adottato un provvedimento ha inciampato clamorosamente. La vicenda degli esodati è un caso assurdo. Ecco perché abbiamo sempre ritenuto che questo ministro debba andare a casa al più presto. E la Fornero è il primo ministro che deve andarsene”.
Pensa che il grillismo abbia rubato voti alla Lega?
Credo che sia molto utile ascoltare Grillo e le istanze del grillismo per capire le istanze della cosiddetta antipolitica. Ma non è vero, come dice qualcuno, che il grillismo ci abbia rubato voti”.

Nessun commento: