giovedì 16 agosto 2012

Le "buone notizie" del "Corriere"

Nei giorni intorno a Ferragosto, il mio occhio è caduto su un articolo pubblicato dal "Corriere della Sera" in una rubrica sulle cosiddette "buone notizie". La buona notizia è che un giovane di Parma ha faticato per ripulire la sua strada dove non arriva mai il monnezzaro del comune, che non riconosce quella strada come di sua competenza. Non capisco dove sia la buona notizia. Se, per paradosso, tutti gli italiani fossero costretti a pulire la strada dove abitano non sarebbe una "buona notizia" visto che questo significherebbe la fine della pulizia pubblica delle nostre magnifiche città. Inoltre, ci ho messo più di un minuto per capire dove si è verificato l'evento. Ho scritto all'autrice dell'articolo segnalandole che il nome di Parma appare nella terza colonna. Lei mi ha risposto che invece si trattava del 4° capoverso. Grazie, ma la sostanza della critica non cambia.

Nessun commento: