mercoledì 12 settembre 2012

La voglia dei simpatizzanti del Pd nel wikiprogramma



Voce Repubblicana, 12 settembre 2012
Intervista a Gabriele Maestri
di Lanfranco Palazzolo

Vogliamo portare le idee degli iscritti e dei simpatizzanti del Partito democratico per proporre un programma per la guida del paese. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” Gabriele Maestri, coordinatore di redazione di “Insieme per il Pd”, l'iniziativa del Pd che si propone di candidare anche un programma del partito attraverso il contributo degli iscritti.
Gabriele Maestri, come è nata questa iniziativa nel Partito democratico per dare chiarezza alle idee e ai programmi in vista delle prossime elezioni politiche?
“La nostra è una proposta di 'rottura' che ha un suo obiettivo positivo e costruttivo. Quando si parla di elezioni primarie si parla spesso di persone, di candidati, ma si rischia di non parlare abbastanza di programmi e dell'Italia che noi progressisti vogliamo come Partito democratico e come centrosinistra. Invece di puntare sulle persone abbiamo pensato di puntare sul programma costruito e condiviso dai militanti del partito e dai simpatizzanti del centrosinistra. Lo abbiamo fatto sin da quando è sorta la Comunity 'Insieme per il Pd', cioè dal 2009. Il nostro merito è stato quello di aver utilizzato la rete prima di Grillo e di altri soggetti politici. Attraverso il nostro sito è possibile intervenire su un documento programmatico a partire da un documento articolo scritto da un parlamentare del Pd scritto al 'Corriere della Sera'. Questo manifesto è stato spacchettato in quattro sotto-manifesti tematici. Ognuno può intervenire e dire la sua su questa parte delle proposte presentate, suggerire quello che manca e che deve essere riformulato meglio o manca. Crediamo che questo sia il sistema più utile e democratico possibile”.
Quante persone ha coinvolto finora questa iniziativa?
“L'iniziativa è stata lanciata venerdì scorso. Il numero di iscritti e simpatizzanti che questa iniziativa potrebbe coinvolgere è potenzialmente molto alto. Ci sono migliaia di iscritti al sito 'Insieme per il Pd'. E diverse migliaia di follower su twitter. Ecco perché abbiamo bisogno di spingere il più possibile la partecipazione su questa iniziativa. Il numero degli interventi a questa discussione è destinato a crescere. La partecipazione è legata al vissuto personale degli iscritti e non al curriculum politico dei simpatizzanti del Pd”.
Come è nato l'utilizzo del termine “Wikiprogramma”?
“Il termine è nato perché la parola 'Wiki' ha il significato di modifica e di contributo. In questo caso gli iscritti non modificano il programma, ma offrono il loro contributo per arricchirlo. Tutti i commenti sono visibili. Nessuno deve autocensurarsi e impedire a se stesso di sottoporre questo o quel tema politico. Tutti i contributi sono ben accetti. E noi abbiamo bisogno di questo. Chiunque può iscriversi al sito e intervenire con i suoi contributi”.

Nessun commento: