sabato 20 ottobre 2012

Una "Bestia" si aggira in Vaticano



Intervista a Lorenzo Ruggiero
Voce Repubblicana, 20 ottobre 2012 
di Lanfranco Palazzolo

“La Bestia in Vaticano” racconta la vittoria del demonio in Vaticano. Lo ha detto alla “Voce” Lorenzo Ruggiero della Kaos edizioni, la casa editrice che ha pubblicato “La Bestia in Vaticano”, libro che ripercorre le vicende relative alle torbide vicende che si svolgono all'interno delle mura vaticane. Il libro è stato scritto dai “Millenari”.
Lorenzo Ruggiero, chi sono i “Millenari”?
“Questo non possiamo dirlo. In passato è stato detto che si trattava dell'anagramma del nome di un altro prelato ormai scomparso. Alludo a Luigi Marinelli. Nel libro abbiamo dedicato un capitolo a mons. Marinelli per ricordarlo. Lo abbiamo fatto con la ripubblicazione de l'introduzione di 'Fumo di Satana in Vaticano' (2001) e con un servizio dell'agenzia si stampa 'Adista'”. Abbiamo già pubblicato alcuni libri con questi autori. Quello più importante è stato “Via col vento in Vaticano” (1999) a cui è seguito anche il già citato 'Fumo di Satana in Vaticano'. Scrivere un libro sul Vaticano e sulla Chiesa e su quello che sta succedendo oltre le mura leonine è un'autentica impresa per chiunque. Le vicende che riguardano altri libri in materia sono eloquenti. Ed è comprensibile che l'autore o gli autori vogliano mantenere la massima riservatezza”.
Chi è la “Bestia” in Vaticano?
“Stiamo parlando del diavolo in persona. Nel libro abbiamo ricordato una citazione dell'esorcista della diocesi di Roma che, in un passato non molto remoto, aveva annunciato: 'Quando di parla di 'fumo di Satana' nelle sacre mura è tutto vero. La Bestia preferisce tentare i vertici [della Chiesa], per cui è normale che alberghi anche in Vaticano'. Ecco, come casa editrice, insieme ai 'Millenari', abbiamo voluto raccontare proprio cosa succede in Vaticano a seguito dell'azione del demonio. Il libro è diverso da alcuni dei libri del filone 'ecclesiastico' che abbiamo pubblicato perché mette insieme episodi diversissimi che mettono bene in luce la crisi morale che alberga nella Santa Sede e le situazioni grottesche di quella realtà”.
Vi siete imbattuti in molti episodi strani?
“Sì, la difficoltà di questo lavoro è stata proprio questa. Abbiamo dovuto trovare e raccogliere le notizie sull'illegalità e di corruzione all'interno delle Sacre mura. Abbiamo realizzato un libro nero sul trionfo del demonio in Vaticano, a dispetto del lavoro svolto dagli esorcisti papali”. 
Nel libro avete anche preso di mira anche Oriana Fallaci. Cosa hanno scritto i “Millenari”?
“A dispetto dell'apparente politica di dialogo interreligioso della Chiesa cattolica, il volume riporta l'esultanza della Fallaci per l'elezione di Benedetto XVI nel 2005. Da atea cristiana la Fallaci ha sostenuto che la Chiesa cattolica ha difeso l'Europa dall'islamizzazione. E il Papa l'ha ricevuta segretamente, ma con tutti gli onori”.

Nessun commento: