sabato 15 dicembre 2012

Un attacco grave ed infondato



Voce Repubblicana, 15 dicembre 2012
Intervista ad Antonio Azzollini 
di Lanfranco Palazzolo

L'attacco delle opposizioni contro Berlusconi è stato grave ed infondato. Lo ha detto alla “Voce” Antonio Azzollini (Pdl), Presidente della Commissione Bilancio del Senato.
Senatore Azzollini, il Senato è impegnato nell'esame della legge di Stabilità, uno degli ultimi provvedimenti all'esame del Parlamento in vista della fine della legislatura. Entro quanti giorni riuscirete ad approvarlo? Ci saranno difficoltà?
“No, non ci sono difficoltà di nessun genere. Innanzitutto stiamo esaminando il provvedimento ordinatamente e anche con un esame approfondito delle questioni che ci sono. Riteniamo di licenziare il provvedimento completo e poi di portarlo in aula nei tempi prefissati”.
Che novità ci saranno per quanto riguarda l'Imu?
“Le stiamo vedendo. E' un emendamento che il Governo ancora non ha presentato. Stiamo ancora ragionando su questa vicenda che riguarda milioni di italiani. Ed è giusto che in questo dibattito siano coinvolti anche gli italiani, in particolare l'Anci. Così si potrà giungere ad un testo che migliori la situazione di tutti i comuni italiani che si trovano in una situazione finanziaria molto difficile”.
Molti hanno ritenuto di intravedere nel ritorno della cassa dell'IMU ai comuni italiani come un segno della fine della crisi.
“No, no, non è proprio così. Invece è un segnale importante che riporta i versamenti dell'IMU ad un rapporto ordinato. L'IMU, anzi, l'ICI nasceva come tassa dei comuni. Noi vogliamo questo”.
La Tobin Tax. Tutti hanno visto che questa tassa sulle transazioni finanziarie non ha dimostrato di essere all'altezza della sua fama. In Francia è stata un insuccesso.
“Il rischio che questo tipo di tasse non centrino il loro obiettivo è ben presente. In Italia c'è l'esempio della tassa di stazionamento sui natanti che non ha dato il gettito sperato. Anzi, si è rivelata negativa per le casse dello Stato e anche per i cittadini italiani. Adesso si sta cercando di vedere come la Tobin Tax non porti a questi risultati. Per il resto si vedrà come reagiranno i mercati italiani. Per il momento il governo ha approntato uno studio per vedere gli effetti della legge”.
Cosa accadrà sulla legge applicativa della modifica costituzionale sul pareggio di Bilancio?
“La riforma andrà in porto. Non ci sono state divergenze significative tra Camera e Senato. La legge sarà approvata entro la legislatura”.
Il ritorno di Berlusconi ha provocato le ire del centrosinistra che paventava il crollo delle borse che non c'è stato. Come ha trovato questo atteggiamento?
“Quello contro Berlusconi è stato un assalto grave e infondato. Così si mina alla base la nostra democrazia. E' giusto che Berlusconi faccia quello che ha fatto. Non c'è stato nessun contraccolpo perché l'Italia ha i conti a posto. Il tempo sta dando ragione a Berlusconi”.