martedì 18 dicembre 2012

Ecco perchè voglio sfidare Alemanno

Intervista a Fabrizio Santori
Voce Repubblicana, 18 dicembre 2012
di Lanfranco Palazzolo

Se dipendesse da me abolieri l’IMU sulla prima casa. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il consigliere comunale del Pdl Roma Fabrizio Santori, contrario alla decisione del sindaco della capitale Gianni Alemanno di aumentate l’aliquota sulla prima casa.
Consigliere Santori, lei si è astenuto sul voto che ha riguardato il bilancio del Comune di Roma e ha criticato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Ci spiega quali sono le sue critiche?
“Ho scelto di candidarmi alle primarie del Pdl a Roma perché non ho condiviso molte scelte del sindaco di Roma Alemanno. Non ho apprezzato le scelte del sindaco sul trasporto, sulle questioni dei nomandi e sui rifiuti. Su questi argomenti sono stato molto duro. Le mie valutazioni critiche non risalgono ad oggi. I cittadini che hanno votato per il Pdl vogliono le elezioni primarie per cercare di migliorare l’azione della prossima giunta comunale. Ecco perché ho cercato di sensibilizzare il sindaco di Roma e sollevare alcune questioni”.
Cosa è cambiato con Roma Capitale?
“L’amministrazione di Gianni Alemanno è stata migliore di quella che abbiamo visto negli anni del governo di centrosinistra della Capitale. Ci aspettavamo una rivoluzione importante. Molti cittadini di centrosinistra hanno votato per Alemanno perché pensavano a dei cambiamenti importanti. Ecco perché oggi ci vuole un cambiamento importante. Il passaggio fondamentale delle primarie deve esserci. Chi ha svolto le primarie ha avuto un riscontro importante in termini di democrazia”.
Perché si è astenuto sul bilancio del Comune di Roma?
“Questo è il provvedimento più importante dell’assemblea capitolina e del Comune di Roma. Il bilancio è stato votato alla fine di novembre. L’assemblea capitolina è stata esautorata dai suoi poteri di indirizzo e di controllo. Il bilancio prevedeva l’aumento dell’aliquota dell’1x1000 voluta dal governo sulla prima casa. Questa è stata un’azione incoerente da parte del sindaco Alemanno. Ricordo che, quando Berlusconi è andato al Governo, nel 2008, aveva abolito l’Ici sulla prima casa, poi ribattezzata con il nome di IMU”.
Quali altri errori ha fatto Alemanno?
“Ha dato troppi soldi agli immigrati e ai nomadi. Sono stati spesi complessivamente 100 milioni. E non è stato risolto nessun problema. E sui rifiuti e sui trasporti non è stato fatto abbastanza. Non ci sono stati indirizzi precisi per risolvere il problema dei trasporti”.
Cosa pensa dell’IMU sulla prima casa?
“Sono contrario. Se dipendesse da me abolirei questa tassa che ritengo assurda ed iniqua”.
A quanto ammonta il debito di Roma Capitale. Si può parlare di dissesto?
“Il dissesto è stato provocato dalla giunta Veltroni. Quando siamo arrivati in Campidoglio erano a rischio anche gli stipendi dei dipendenti del comune. L’entità era di 9 miliardi di euro”.