sabato 20 aprile 2013

Quanti voti ha preso Milena?



Intervista a Marco Perduca
Voce Repubblicana, 20 aprile 2013 
di Lanfranco Palazzolo

Milena Gabanelli dovrebbe fare un’inchiesta su “Report” per scoprire come è stata eletta alle primarie online del Movimento 5 
 Stelle. In questa occasione il M5S ha scelto il supremo garante della Costituzione italiana. La vicenda merita un approfondimento. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” l’ex senatore radicale Marco Perduca.
Senatore Perduca, i radicali hanno espresso molte perplessità sulle cosiddette primarie online del Movimento 5 Stelle per la scelta del candidato Presidente della Repubblica. Dalla consultazione è uscito il nome della giornalista Milena Gabanelli. Cosa ne pensa del metodo del M5S.
“Da quando è entrato sulla scena politica Beppe Grillo ci si è concentrati su come viene utilizzata la rete come cassa di risonanza di un individuo e non come allargare la nostra democrazia. Il M5S aveva fissato una scadenza per registrarsi alle cosiddette elezioni on line per orientare la volontà del Movimento. Questa pratica di rapporto tra eletti e rete non sarà sempre praticabile. Questo metodo è stato messo in atto per l’elezione dei candidati in Parlamento. Per quanto riguarda l’esercizio di questo diritto, si sono registrati circa 60 mila persone, la metà delle persone che si iscrissero alle elezioni online per il Comitato di Radicali italiani. Nei due turni di quirinarie sono state presentate delle candidature che non erano state suggerite”.
Ma voi cosa contestate al metodo messo in atto dal Movimento 5 Stelle?
“Sono accadute due cose che non dovrebbero mai succedere. Non stato fatto sapere quale tipo di programma è stato scelto per sondare il voto dei 58 mila iscritti del M5S. Questo è un primo problema di mancata trasparenza. Poi si è scoperto che dal proprietario di questo software, Gianroberto Casaleggio, che il sistema era stato attaccato dagli hacker. In realtà di trattava di cracker. Nessuno ha sollevato alcuna obiezione su questa denominazione. Questo è il problema tecnico principale. Inoltre, durante il ‘secondo turno’ delle votazioni online, Gianroberto Casaleggio ha espresso delle preferenze contro i politici candidati alla Presidenza della Repubblica. Questo ha condizionato il voto delle quirinarie grilline. Faccio comunque i miei complimenti alla Gabanelli per il successo ottenuto”.
Ecco, ma adesso è tutto chiaro oppure restano anche altri lati oscuri su questo voto?
“Milena Gabanelli è nota per essere una giornalista d’inchiesta. A questo punto dovrebbe chiedersi come funziona il sistema che l’ha eletta e quanti voti ha ottenuto. Questo è il problema. In queste votazioni si è scelto il massimo rappresentante e garante delle istituzioni italiane. La vicenda meriterebbe un approfondimento giornalistico. Siccome lei, alludo alla Gabanelli, è parte in causa, è legittimo che si sappia qualcosa in più”.

Nessun commento: