mercoledì 7 agosto 2013

La governatrice che cavalca l'antipolitica



Intervista a Debora Serracchiani
Voce Repubblicana, 7 agosto 2013
di Lanfranco Palazzolo

Debora Serracchiani ha vinto le elezioni regionali cavalcando l’antipolitica, ma finora non ha preso alcuna decisione coraggiosa come aveva fatto Renzo Tondo. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” l’ex deputato del Pdl Isidoro Gottardo, attuale coordinatore del Pdl in Friuli Venezia Giulia.
Onorevole Gottardo, dopo le ultime elezioni regionali cosa è cambiato in Friuli Venezia Giulia con l’arrivo di una presidente di Giunta come Debora Serracchiani, chiaramente votata alla demagogia e all’antipolitica? La Serracchiani ha vinto anche grazie allo scandalo dei fondi dei gruppi consiliari alla Regione Friuli Venezia Giulia?
“Questa vicenda dovrà essere verificata fino in fondo. Dobbiamo distinguere tra la propaganda mediatica e i processi reali. Le responsabilità vengono sempre stabilite nel corso dei processi e non sulle prime pagine dei giornali”.
Crede che questa vicenda abbia contribuito alla vostra sconfitta elettorale alla Regione?
“La Serracchiani ha cavalcato l’onda dell’antipolitica nel Partito democratico. Il nuovo presidente della Regione FVG ha costruito la sua fortuna politica attraverso un giudizio molto duro della classe dirigente del suo partito. Grazie a questi attacchi è arrivata al Parlamento europeo. E poi non ha attuato una strategia molto abile nel Pd, evitando di schierarsi troppo con Bersani o con Renzi. Alle elezioni politiche la Serracchiani si è schierata con Bersani per poi avvicinarsi a Renzi durante la campagna elettorale del Friuli Venezia Giulia. Alla fine della campagna elettorale ha dichiarato che aveva vinto in Regione nonostante il partito democratico e, al momento dell’elezione, aveva dichiarato di vergognarsi dello stesso Partito democratico. Io ho grande rispetto per la Serracchiani e per la sua determinazione. Però sono consapevole che in politica si viene giudicati nei tempi lunghi. Oggi la Serracchiani accompagna questa necessità di schierarsi contro la politica”.
Il Pdl ha affrontato i temi dei costi della politica?
“L’ex governatore della Regione Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo aveva affrontato per primo la questione, proponendo la riduzione dei consiglieri regionali e diminuendo il debito della Regione. La stessa Corte dei Conti ha certificato che la giunta di centrodestra ha ridotto il debito dell’ente Regione. Da parte nostra non c’è stata la sottovalutazione del problema. Noi non abbiamo accontentato delle clientele. La politica del centrodestra ha tagliato il debito e le spese. Di solito, quando succede questo gli elettori ti voltano le spalle. Anche se poi abbiamo fatto un grande servizio ai cittadini. Debora Serracchiani non ha mai preso posizione sulle grandi questioni regionali. Ma non potrà farlo in eterno.  Ecco perché è necessario aspettare e vedere cosa farà in futuro”.  

Nessun commento: