mercoledì 18 settembre 2013

Silvio, non ti dimettere



Intervista a Lucio Barani
Voce Repubblicana, 18 settembre  2013
di Lanfranco Palazzolo

Silvio Berlusconi non deve dimettersi da senatore. Il leader del Pdl ha il dovere di resistere. Lo ha detto alla “Voce” il senatore del Pdl Lucio Barani, che specifica di voler esprimere solo giudizi politici.
Senatore Barani, in queste ore si è sparsa la voce che Berlusconi sta pensando ad un gesto prima che venga discussa in aula la sua decadenza. Berlusconi deve dimettersi?
“No, quella delle dimissioni di Silvio Berlusconi non è affatto la strada giusta. Dopo vent’anni di persecuzione giudiziaria un giudice è riuscito a condannare Berlusconi in maniera ignominiosa. E’ impensabile vedere una sentenza assurda come quella che ha condannato il leader del centrodestra. Il giudice che ha voluto condannare Berlusconi lo ha fatto senza avere uno straccio di indizio e di prova. Il giudice che ha condannato Berlusconi è venuto meno al dettato costituzionale. Molti giudici hanno visto quello che è successo a Pietro Grasso, diventato presidente del Senato. Molti magistrati hanno pensato che se si fossero comportati in un determinato modo sarebbero diventati come la seconda carica dello Stato. Di esempi come questi ce ne sono ovunque. Ecco perché Berlusconi deve resistere”.
Oggi è finita agli arresti domiciliari Maria Rita Lorenzetti, presidente di Italferr ed esponente del Pd.
“La Lorenzetti è stata deputata dei Ds e Dalemiana e poi presidente della Regione Umbria. Poi è approdata ad Italferr. Nella sua carriera la Lorenzetti ha fatto una politica di parte, guardando i suoi interessi politici. Qui mi fermo perché dovremmo tirare in ballo i poteri forti che vogliono dominare l’Italia. Ci sono dei politici italiani che favoriscono il nostro vassallaggio economico come Carlo Azeglio Ciampi, Giuliano Amato e Romano Prodi. Questi uomini forti della Repubblica hanno favorito l’occupazione economica del nostro paese, favorendo il colpo di stato della magistratura. Il popolo sceglie Berlusconi e la magistratura lo toglie dalla scena politica. Ma nessuno può eliminare giudiziariamente Berlusconi”.
Il sindaco di Firenze Renzi minaccia sfracelli contro il Pdl e Berlusconi annunciando che il centrodestra sarà asfaltato. Cosa ne pensa?
“Renzi, nella sua vita, dopo aver partecipato a trasmissioni televisive si è laureato, ha fatto il sindacalista, il presidente della Provincia e il sindaco di Firenze. Renzi non ha mai lavorato in vita sua e non ha mai timbrato un cartellino. Ha solo vissuto di politica. Renzi è andato in tutta Italia a fare la sua campagna elettorale. E lo ha fatto con un gruppo di potere alle spalle per svendere l’Italia. Renzi starebbe bene in quella vecchia trasmissione di RadioMontecarlo che si intitolava Bla-bla-bla. Lui sarebbe stato il mattatore di quella trasmissione. Ma con le parole non si guida un paese. E a Firenze lo sanno”. 

Nessun commento: