mercoledì 23 ottobre 2013

Il Pd anestetizza la verità su Aldo Moro

Voce Repubblicana, 23 ottobre 2013
Intervista a Lucio Barani
di Lanfranco Palazzolo

L'assassinio di Aldo Moro e l'uccisione degli uomini della sua scorta è stata una strage di Stato. E il Pd ha voluto la Commissione Moro solo alla Camera per anestetizzare l'inchiesta. Lo ha detto alla “Voce” il senatore socialista del Pdl Lucio Barani.
Senatore Barani, lei è stato uno dei firmatari della proposta di legge di per istituire una Commissione bicamerale sull'assassinio di Aldo Moro. Cosa pensa della Commissione monocamerale che vogliono fare nell'altro ramo del Parlamento?
La mia impressione su quello che sta accadendo è che stanno ancora mestando nel torbido. Chi ha voluto questa strage di stato con l'uccisione di Moro e della sua scorta ha messo in atto un'autentica strage di Stato. Chi ha voluto questa strage e chi l'ha voluta è ancora vivo e si occupa della regia di questa vicenda. Questa persona non vuole che venga alla luce nulla. Io sono uno dei sostenitori della proposta di legge che vuole una Commissione bicamerale sulla Commissione Moro. Questa Commissione la si vuol far morire perché alcuni personaggi al vertice delle istituzioni non vuole che la verità venga fuori. Sarebbe una verità scomoda per molti. In questa vicenda il Partito comunista italiano ha avuto grandi responsabilità insieme alla Democrazia cristiana di sinistra. Queste due aree politiche hanno fatto tanto male all'Italia. E di questo ne era convinto anche Bettino Craxi”.
Ha mai parlato del caso Moro con Bettino Craxi?
Si, nel settembre 1999. Ero andato a trovarlo ad Hammamet in Tunisia. Fu l'ultima volta che lo vidi. In quella circostanza mi disse che la morte di Moro fu voluta dai partiti che volevano il compromesso storico, i quali volevano la nostra dipendenza da cancellerie europee e dagli Stati Uniti. Infatti, sulla morte di Moro restano. Tutti basterà ricordare la telefonata ricevuta da un funzionario di PS che ha dichiarato di essere stato chiamato poco prima della morte di Moro. In quella telefonata veniva annunciata come avvenuta la morte di Moro”.
Lei pensa che il Pd abbia voluto la Commissione monocamerale per assicurarsi la maggioranza?
Certo, i comunisti restano sempre tali. Il leone può essere addomesticato, ma alla prima occasione ti sbrana. Questo è quello che sta facendo il Partito democratico con la Commissione Moro solo alla Camera. Loro hanno voluto la Commissione monocamerale per anestetizzarla. Loro vogliono evitare che emergano responsabilità di alcuni esponenti politici che sono ancora in vita. Per alcuni di questi esponenti politici potrebbero emergere gravi responsabilità. E per loro potrebbero aprirsi le porte del carcere”.
Ci sono state pressioni per impedire che la Commissione non fosse bicamerale?
Non posso giurarlo in un tribunale o sul Vangelo, ma ho saputo che al Senato ci sono state pressioni autorevoli”.

Nessun commento: