mercoledì 6 novembre 2013

Ecco perchè il Pd salverà la Cancellieri

Intervista a Domenico Gramazio
Voce Repubblicana,
6 novembre 2013
di Lanfranco Palazzolo

Il Pd ha frenato gli attacchi contro la Cancellieri perché teme che al suo posto arrivi un ministro del Pdl. Lo ha detto alla “Voce Repubblicana” il senatore Domenico Gramazio del Popolo delle libertà.
Senatore Gramazio, cosa pensa del caso del ministro della Giustizia Cancellieri che nei giorni scorsi è rimasta coinvolta in una polemica che riguarda la vicenda umana di Giulia Ligresti? Qual è il suo giudizio sul comportamento del Guardasigilli sulla base delle sue relazioni parentali? Il figlio della Cancellieri ha lavorato per Fonsai, la società dei Ligresti per alcuni mesi.
“Queste relazioni parentali mi mettono paura, veramente paura perché quando il figlio della Cancellieri, Piergiorgio Peluso, ottiene una liquidazione di 3,6 milioni di euro ho molte perplessità per l’entità della cifra. Il ministro Cancellieri ha detto che i soldi presi dal figlio riguardavano un suo contratto privato di lavoro con la Fonsai. Questo è ovviamente logico e naturale. Ma la compagna di Salvatore Ligresti ha chiamato la Cancellieri perché si conoscevano e tra loro c’erano delle relazioni personali. Però vorrei fare una battuta su questa vicenda. Una volta c’era una pubblicità di Telecom Italia che diceva: ‘Una telefonata allunga la vita’. Invece ho visto che in questo caso due telefonate hanno accorciato la vita: l’hanno accorciata a Silvio Berlusconi e stavolta rischiamo di farla anche accorciare ad Annamaria Cancellieri”.
Come ha trovato il comportamento del ministro della Giustizia?
“Mi sembra che nelle sue risposte ha dimostrato di essere arrogante. Lei non deve rispondere con il dilemma sulle sue dimissioni, dicendo ha rimesso il mandato per ben due volte nelle mani del Presidente del Consiglio Enrico Letta. Questo è un atteggiamento errato. Quello che posso constatare è che tutti i ministri del Governo Monti hanno fatto tutti una brutta fine”.
Come ha trovato l’atteggiamento del Partito democratico in questa vicenda? All’inizio, il Pd era partito sparato contro la Cancellieri e poi ha cambiato il tiro. Cosa è successo?
“La frenata della corsa del Pd contro la Cancellieri ha solo una risposta: il Pdl ha fatto sapere che se il ministro si dimette quel posto spetta al Pdl. E allora stanno cercando di aggiustare il tiro per il dibattito parlamentare. Il Pd vuole chiudere la polemica contro la Cancellieri perché non vuole che il Pdl conquisti quel ministero”.
Come ha trovato la figuraccia nella quale è incappato il capogruppo del Partito democratico Enrico Zanda con la finta telefonata della Cancellieri?
“Ricordo molto bene Zanda quando era uno dei più stretti collaboratori del sindaco Francesco Rutelli. E poi l’ho visto fare il vice della Finocchiaro al Senato. Devo dire che oggi è un pessimo capogruppo del Partito democratico”.

Nessun commento: