mercoledì 18 dicembre 2013

Non siamo violenti



Intervista a Franco Zanardo
Voce Repubblicana, 
18 dicembre 2013
di Lanfranco Palazzolo

Il nostro e gli altri movimenti che protestano non sono violenti. Lo ha detto alla “Voce” Franco Zanardo, dei Liberi Imprenditori Federalisti di Padova.
Franco Zanardo, in questi giorni lei ha manifestato insieme ai Forconi. Ci spiega cosa vuole questo movimento?
“Innanzitutto queste manifestazioni non sono state seguite adeguatamente dai grandi mezzi di informazione. Se la Rai e Mediaset fossero venute a Soave, dove ci sono state manifestazioni con 3mila persone, la gente capirebbe meglio il senso delle nostre iniziative. Noi condividiamo le battaglie dei Forconi, ma anche di tutti i sindacati autonomi che si battono per le loro giuste rivendicazioni. Tutti i sindacati autonomi non godono di alcun appoggio o finanziamento di Stato. Tutti i grandi sindacati nazionali non sono d'accordo con le nostre battaglie. Chi incassa dallo stato non vuole sollevare polveroni e non vuole dare la giusta informazione su queste proteste”.
Ecco, ma oltre alla storia dei finanziamenti pubblici, lei non ritiene che le ragioni di queste proteste siano più profonde di questo elemento? Perchè tanta gente arriva a questo livello di disperazione?
“Abbiamo uno Stato che si comporta da padrone e non ascolta. Io ho una partita Iva dal 1973. Io ho lavorato molti anni all'estero, ma molti italiani non si rendono conto della differenza che esiste tra questo Stato e gli altri paesi. La burocrazia è il problema di questo paese. Tra il nostro paese e la Germania c'è un abisso. La situazione fiscale del nostro paese è insostenibile. Esistono troppi consorzi. Conosco dei miei colleghi imprenditori che sono ormai costretti alla chiusura perchè devono aderire a troppi consorzi. E' un'assurdità. Il costo del lavoro degli operai è a livelli europei, mentre gli stipendi sono da Nordafrica. Ormai la gente ha paura dello Stato italiano. La maggior parte delle persone che partecipano ai nostri presidi, dove ci sono anche i forconi, hanno perso ogni paura nei confronti dello Stato perchè ormai non hanno nulla da perdere”.
Pensa che queste proteste siano diffuse?
“Sì. Questa protesta ha delle proporzioni molto forti e ha un'entità preoccupante per la politica italiana. I politici italiani vivono ormai in un altro pianeta. Si tratta di gente faziosa. Qualche giorno fa ho sentito che i partiti politici godranno di una detrazione fiscale vantaggiosissima. Questo è uno scandalo rispetto alle difficoltà che vive il paese e chi lavora. Questo vuol dire che la politica non ha compreso nulla”.
Molti avversari vi accusano di essere dei violenti?
“No, noi non vogliamo la violenza. La LIFE e gli altri movimenti che appoggiano le nostre battaglie sono pacifici e non vogliono alcuna forma di violenza. E le forze dell'ordine lo sanno molto bene perchè anche loro non ne possono più”.

Nessun commento: