martedì 29 dicembre 2015

Roma, tempi duri per le bancarelle dei libri. Fahreneit 451 nella capitale


 In questi ultimi mesi la crisi dei libri si è fatta sempre più evidente. Si vendono meno libri e le librerie chiudono. A questo si aggiunge anche la scarsa sensibilità delle istituzioni che stanno rendendo la vita difficile anche alle bancarelle dei libri. Non è un caso che negli ultimi mesi abbiano chiuso le bancarelle di Piazza della Repubblica, quelle di Piazza Cola di Rienzo, una bellissima bancarella in via Arenula. L'attacco è arrivato anche alla bancarella del "Professore" a Piazzale Flaminio, che poi ha riaperto dopo mesi. Problemi burocratici e la scarsa sensibilità per questo settore ha fatto il resto. Ecco perchè è il caso di leggere questa lettera aperta al commissario straordinario Tronca, che deve vedersela con gli sfracelli provocati dall'ultima giunta comunale. Per questo ho ritenuto opportuno raccogliere il grido di dolore di Vito Altieri e di "Invito alla lettura". Buona lettura in tutti i sensi.




Nessun commento: