sabato 30 gennaio 2016

Azzurro: quello spot di ITALO si trasforma involontariamente in un promo per la FORZA ITALIA antirenzi

Qualche giorno fa stavo guardando distrattamente uno spot di Italo. La trama dello Spot televisivo è carina: durante il viaggio di un treno Italo, un passeggero intona per telefono - probabilmente rivolto alla sua fidanzata - "Azzurro", la canzonetta di Adriano Celentano scritta da Paolo Conte. Il passaggio è questo: "E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te". Intanto, gli altri passeggeri, che hanno origliato la telefonata, proseguono lo stornello: "Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va".Quando ho ascoltato la canzone intonata sul treno ho pensato che quella carrozza era piena di promoter di Forza Italia. Ma forse era una mia impressione: in fondo i simpatizzanti di Forza Italia si chiamano azzurri. Allora ho provato a vedere cosa leggono i passeggeri di "Azzurro". L'occhio è caduto sul giornale lasciato incautamente aperto da un passeggero. Il titolo è questo: Quel viaggio del 1902 per salvare il Sud". La data dell'articolo è il 5 agosto 2015, probabilmente il giorno in cui è stato girato lo spot. Si tratta di un articolo de "Il Giornale", il quotidiano più amato dal popolo degli "azzurri" ed è inserito in un servizio in cui si cerca di dimostrare che il governo Renzi non si occupa del Sud. Non a caso l'occhiello dell'articolo non lascia dubbi: "I guai di Palazzo Chigi". Chissà, magari è stato un messaggio subliminale inviato al Governo Renzi per migliorare la rete ferroviaria del Mezzogiorno, dove i passeggeri dei treni fanno di tutto tranne che cantare "Azzurro".....


Nessun commento: