lunedì 9 ottobre 2017

L'attentato del 9 ottobre 1982 alla Sinagoga di Roma: per non dimenticare

Non so proprio da dove cominciare per parlare dell'attentato del 9 ottobre 1982 alla Sinagoga di Roma. All'epoca ero un ragazzo che non si occupava di politica e che faceva di tutto per tenersene fuori osservando la violenza che questa provocava. L'unico ricordo nitido che conservo è che i negozianti di via del Corso, forse qualche giorno dopo, chiusero tutti gli esercizi per protestare contro quell'atto assurdo di violenza ingiustificata. Ma rivedendo i volti smarriti di queste persone travolte da questa onda di odio non posso fare a meno di riportare un riflessione di Marco Boato, con il quale ho avuto modo di parlare di quel fatto. Boato mi ha sempre detto di essere rimasto colpito negativamente di ritrovarsi quasi da solo, insieme a pochi altri politici, ai funerali della piccola vittima dell'assalto alla Sinagoga. E' assurdo pensare che ci fosse questo atteggiamento nei confronti di questa Comunità alla quale tutti dobbiamo molto. Non vorrei che accadesse a me. Non voglio che accada mai più.





Nessun commento: