martedì 20 marzo 2018

Ancora Andrea Orlando al termine del Consiglio dei ministri di venerdì scorso


Una recensione inattesa di Furio Colombo

Le recensioni più belle sono quelle non sollecitate. E, oggi pomeriggio, quando Francesco Giubilei di Historica mi ha avvertito che Furio Colombo aveva scritto questa bella recensione sul "Fatto quotidiano", parlando del mio "Sanguineti", quasi non ci credevo. Grazie di cuore.

giovedì 15 marzo 2018

La mia intervista di ieri al ministro della Giustizia Andrea Orlando riportata dalle agenzie di stampa








MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:15:54

(AGV) Pd, Orlando: Indisponibili ad alleanza con destra e M5S

(AGV) Pd, Orlando: Indisponibili ad alleanza con destra e M5S (IL VELINO) Roma, 14 Mar - "Nel documento conclusivo della Direzione del Pd, che è stato votato da tutti, abbiamo detto che siamo per una posizione responsabile che guardi con attenzione alle mosse che farà il Colle, ma che siamo indisponibili ad un'alleanza politica con la destra e il Movimento 5 Stelle. Credo a questo posizionamento rappresentato coerentemente da Martina ieri (durante "Porta a porta", ndg). Questa è la direttrice lungo la quale dobbiamo muoverci". Così, intervistato da "Radio Radicale", il ministro della Giustizia Andrea Orlando, leader della minoranza del Partito democratico. Alla domanda se questa posizione sia diversa da quella di Franceschini, Orlando ha precisato: "Non mi pare che Franceschini abbia detto cose radicalmente diverse. Poi ognuno darà la sua accentuazione ad un punto rispetto che a un altro. Però mi pare che il partito si stia muovendo in questa direzione". (red/gat) 20180314T131539


Pd: Orlando, responsabili verso Colle,ma no con M5S o destra

ZCZC3649/SXA
 XPP00042_SXA_QBXB
 R POL S0A QBXB
 Pd: Orlando, responsabili verso Colle,ma no con M5S o destra
 Per capigruppo si deve utilizzare metodologia inclusiva
    (ANSA) - ROMA, 14 MAR - "Nel documento conclusivo della
 Direzione del Pd, che e' stato votato da tutti, abbiamo detto che
 siamo per una posizione responsabile che guardi con attenzione
 alle mosse che fara' il Colle, ma che siamo indisponibili ad
 un'alleanza politica con la destra e il Movimento 5 Stelle". Lo
 afferma Andrea Orlando a Radio Radicale.
   "Credo - ha proseguito - a questo posizionamento rappresentato
 coerentemente da Martina ieri (Durante "Porta a porta", ndg).
 Questa - ha aggiunto Orlando - e' la direttrice lungo la quale
 dobbiamo muoverci".
    Alla domanda se questa posizione sia diversa da quella di
 Franceschini, Orlando ha precisato: "Non mi pare che
 Franceschini abbia detto cose radicalmente diverse. Poi ognuno
 dara' la sua accentuazione ad un punto rispetto che a un altro.
 Pero' mi pare che il partito si stia muovendo in questa
 direzione".
 Sul nuovo gruppo parlamentare del Pd in Parlamento, l'esponente
 della minoranza ha puntualizzato: "Penso che dobbiamo lavorare a
 delle ipotesi che raccolgano il piu' ampio consenso possibile,
 che siano ipotesi unitarie, che garantiscano le diverse
 sensibilita'. E non bisogna mettere veti su nessuno. E io non ne
 metto. La cosa importante e' avere una metodologia che sia
 inclusiva e che consenta a tutti di essere effettivamente
 protagonisti nella vita istituzionale dei prossimi mesi. Questo
 sara' fondamentale nella vita e nei destini di questo paese".
    In merito alla situazione interna del Pd, Orlando ha detto:
 "Bisogna lavorare per costruire un clima unitario. Ma dire che
 oggi c'e' un clima unitario mi sembra un azzardo eccessivo.
 Abbiamo aperto la discussione a questa prospettiva, pero' questa
 ipotesi deve essere costruita giorno per giorno, con coerenza,
 determinazione e senza sbandamenti. L'azzeramento delle correnti
 - ha osservato - e' un obiettivo verso il quale dobbiamo
 tendere". In merito alla permanenza di Maurizio Martina alla
 segreteria del Pd, Orlando ha spiegato: "Questo e' prematuro
 dirlo. Adesso aiutiamo Martina ad arrivare la' (all'assemblea del
 Pd, ndg). Poi vedremo come proseguire. L'importante e' che il
 partito sia in una condizione di combattimento perche' non
 possiamo escludere nessuna possibilita'".
 (ANSA).
      TG-COM
 14-MAR-18 13:15 NNNN


MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:17:24

PD: ORLANDO, OPPOSIZIONE RESPONSABILE, GUARDIAMO A COLLE =


       Roma, 14 mar. (AdnKronos) - "Nel documento conclusivo della Direzione
 del Pd, che è stato votato da tutti, abbiamo detto che siamo per una
 opposizione responsabile che guardi con attenzione alle mosse che farà
 il Colle, ma che siamo indisponibili ad un'alleanza politica con la
 destra e il Movimento 5 Stelle". Lo ha detto Andrea ORLANDO a Radio
 radicale.
       "Credo a questo posizionamento rappresentato coerentemente da Martina
 ieri" a Porta a Porta. "Questa - ha concluso ORLANDO - è la direttrice
 lungo la quale dobbiamo muoverci". Una posizione diversa da quella di
 Dario Franceschini? "Non mi pare che Franceschini abbia detto cose
 radicalmente diverse. Poi ognuno darà la sua accentuazione ad un punto
 rispetto che a un altro. Però mi pare che il partito si stia muovendo
 in questa direzione".
       (Mon/AdnKronos)
 ISSN 2465 - 1222
 14-MAR-18 13:17
 NNNN

Orlando: anche Franceschini sulla linea della Direzione Pd

Orlando: anche Franceschini sulla linea della Direzione Pd "No alleanze politiche ma posizione responsabile col Colle"
Roma, 14 mar. (askanews) - "Nel documento conclusivo della
Direzione del Pd, che è stato votato da tutti, abbiamo detto che
siamo per una posizione responsabile che guardi con attenzione
alle mosse che farà il Colle, ma che siamo indisponibili ad
un'alleanza politica con la destra e il Movimento 5 Stelle. Credo
a questo posizionamento rappresentato coerentemente da Martina
ieri. Questa è la direttrice lungo la quale dobbiamo muoverci".
Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando, leader
della minoranza del Partito democratico, in un'intervista a
"Radio Radicale".

Alla domanda se questa posizione sia diversa da quella di
Franceschini, Orlando ha precisato: "Non mi pare che Franceschini
abbia detto cose radicalmente diverse. Poi ognuno darà la sua
accentuazione ad un punto rispetto che a un altro. Però mi pare
che il partito si stia muovendo in questa direzione".
 Red-Pol 20180314T131834Z

Orlando: su gruppi parlamentari Pd si facciano scelte unitarie


Roma, 14 mar. (askanews) - Sulla guida dei nuovi gruppi
parlamentari del Pd, "penso che dobbiamo lavorare a delle ipotesi
che raccolgano il più ampio consenso possibile, che siano ipotesi
unitarie, che garantiscano le diverse sensibilità. E non bisogna
mettere veti su nessuno. E io non ne metto". Lo ha detto il
ministro della Giustizia Andrea Orlando, in un'intervista a Radio
Radicale. Per l'esponente della minoranza Dem "la cosa importante
è avere una metodologia che sia inclusiva e che consenta a tutti
di essere effettivamente protagonisti nella vita istituzionale
dei prossimi mesi. Questo sarà fondamentale nella vita e nei
destini di questo paese".

Anche sulla situazione interna del Pd, per Orlando "bisogna
lavorare per costruire un clima unitario. Ma dire che oggi c'è un
clima unitario mi sembra un azzardo eccessivo. Abbiamo aperto la
discussione a questa prospettiva, però questa ipotesi deve essere
costruita giorno per giorno, con coerenza, determinazione e senza
sbandamenti. L'azzeramento delle correnti - ha concluso - è un
obiettivo verso il quale dobbiamo tendere".
 Red-Pol 20180314T131932Z



PD: ORLANDO, CAPIGRUPPO? UNITARI E GARANTISCANO TUTTI =

      serve metodologia inclusiva - Martina resta segretario?
 prematuro dirlo
       Roma, 14 mar. (AdnKronos) - "Penso che dobbiamo lavorare a delle
 ipotesi che raccolgano il più ampio consenso possibile, che siano
 ipotesi unitarie, che garantiscano le diverse sensibilità. E non
 bisogna mettere veti su nessuno. E io non ne metto". Lo dice Andrea
 ORLANDO a Radio Radicale sulla scelta dei nuovi capigruppo Pd.
       "La cosa importante è avere una metodologia che sia inclusiva e che
 consenta a tutti di essere effettivamente protagonisti nella vita
 istituzionale dei prossimi mesi. Questo sarà fondamentale nella vita e
 nei destini di questo paese". In merito alla situazione interna del
 Pd, ORLANDO osserva: "Bisogna lavorare per costruire un clima
 unitario. Ma dire che oggi c'è un clima unitario mi sembra un azzardo
 eccessivo. Abbiamo aperto la discussione a questa prospettiva, però
 questa ipotesi deve essere costruita giorno per giorno, con coerenza,
 determinazione e senza sbandamenti. L'azzeramento delle correnti - ha
 concluso - è un obiettivo verso il quale dobbiamo tendere".
       Quanto alla permanenza di Maurizio Martina alla segreteria del Pd, :
 "Questo è prematuro dirlo. Adesso aiutiamo Martina ad arrivare là"
 all'assemblea nazionale, "poi vedremo come proseguire. L'importante è
 che il partito sia in una condizione di combattimento perchè non
 possiamo escludere nessuna possibilità".
       (Mon/AdnKronos)
 ISSN 2465 - 1222
 14-MAR-18 13:21
 NNNN


PD. ORLANDO: RESPONSABILI VERSO COLLE, NO ALLEANZA CON M5S O DESTRA

PD. ORLANDO: RESPONSABILI VERSO COLLE, NO ALLEANZA CON M5S O DESTRA
 (DIRE) Roma, 14 mar. - "Nel documento conclusivo della Direzione
 del Pd, che e' stato votato da tutti, abbiamo detto che siamo per
 una posizione responsabile che guardi con attenzione alle mosse
 che fara' il colle, ma che siamo indisponibili ad un'alleanza
 politica con la destra e il Movimento 5 Stelle. Credo a questo
 posizionamento rappresentato coerentemente da Martina ieri.
 Questa e' la direttrice lungo la quale dobbiamo muoverci". Lo
 dice a Radio Radicale, il ministro della Giustizia Andrea
 ORLANDO, leader della minoranza del Partito democratico.
    Alla domanda se questa posizione sia diversa da quella di
 Franceschini, ORLANDO ha precisato: "Non mi pare che Franceschini
 abbia detto cose radicalmente diverse. Poi ognuno dara' la sua
 accentuazione ad un punto rispetto che a un altro. Pero' mi pare
 che il partito si stia muovendo in questa direzione".
    Sul nuovo gruppo parlamentare del Pd, l'esponente della
 minoranza ha puntualizzato: "Penso che dobbiamo lavorare a delle
 ipotesi che raccolgano il piu' ampio consenso possibile, che
 siano ipotesi unitarie, che garantiscano le diverse sensibilita'.
 E non bisogna mettere veti su nessuno. E io non ne metto. La cosa
 importante e' avere una metodologia che sia inclusiva e che
 consenta a tutti di essere effettivamente protagonisti nella vita
 istituzionale dei prossimi mesi. Questo sara' fondamentale nella
 vita e nei destini di questo paese".
    In merito alla situazione interna del Pd, ORLANDO ha detto:
 "Bisogna lavorare per costruire un clima unitario. Ma dire che
 oggi c'e' un clima unitario mi sembra un azzardo eccessivo.
 Abbiamo aperto la discussione a questa prospettiva, pero' questa
 ipotesi deve essere costruita giorno per giorno, con coerenza,
 determinazione e senza sbandamenti. L'azzeramento delle correnti-
 ha concluso- e' un obiettivo verso il quale dobbiamo tendere". In
 merito alla permanenza di Martina alla segreteria del Pd, ORLANDO
 ha spiegato: "Questo e' prematuro dirlo. Adesso aiutiamo Martina
 ad arrivare la' (All'assemblea del Pd, ndg). Poi vedremo come
 proseguire. L'importante e' che il partito sia in una condizione
 di combattimento perche' non possiamo escludere nessuna
 possibilita'".
   (Vid/ Dire)
 13:20 14-03-18
 NNNN

MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:21:41

Pd: Orlando, attenti a mosse Colle ma no alleanza con M5s =

Pd: Orlando, attenti a mosse Colle ma no alleanza con M5s =
 (AGI) - Roma, 14 mar. - "Nel documento conclusivo della
 Direzione del Pd, che e' stato votato da tutti, abbiamo detto
 che siamo per una posizione responsabile che guardi con
 attenzione alle mosse che fara' il Colle, ma che siamo
 indisponibili ad un'alleanza politica con la destra e il
 Movimento 5 Stelle". Lo afferma il leader della minoranza dem,
 Andrea Orlando, ai microfoni di Radio Radicale.
     "Credo a questo posizionamento rappresentato coerentemente
 da Martina. Questa - aggiunge il Guardasigilli - e' la
 direttrice lungo la quale dobbiamo muoverci". Alla domanda se
 questa posizione sia diversa da quella di Franceschini, Orlando
 ha precisato: "Non mi pare che Franceschini abbia detto cose
 radicalmente diverse. Poi ognuno dara' la sua accentuazione ad
 un punto rispetto che a un altro. Pero' mi pare che il partito
 si stia muovendo in questa direzione". (AGI)
 Ser
 141321 MAR 18
 NNNN


MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:21:52

PD: ORLANDO "NO A VETI, SERVE METODO INCLUSIVO"

PD: ORLANDO "NO A VETI, SERVE METODO INCLUSIVO"
 ROMA (ITALPRESS) - "Nel documento conclusivo della Direzione del
 Pd, che e' stato votato da tutti, abbiamo detto che siamo per una
 posizione responsabile che guardi con attenzione alle mosse che
 fara' il colle, ma che siamo indisponibili ad un'alleanza politica
 con la destra e il Movimento 5 Stelle". Lo ha detto in
 un'intervista a Radio Radicale il ministro della Giustizia Andrea
 ORLANDO, leader della minoranza del Partito Democratico.
 "Credo - ha proseguito - a questo posizionamento rappresentato
 coerentemente da Martina ieri. Questa e' la direttrice lungo la
 quale dobbiamo muoverci".
 Alla domanda se questa posizione sia diversa da quella di
 Franceschini, ORLANDO ha precisato: "Non mi pare che Franceschini
 abbia detto cose radicalmente diverse. Poi ognuno dara' la sua
 accentuazione ad un punto rispetto che a un altro. Pero' mi pare
 che il partito si stia muovendo in questa direzione".
 Sul nuovo gruppo parlamentare del Pd in Parlamento, l'esponente
 della minoranza ha puntualizzato: "Penso che dobbiamo lavorare a
 delle ipotesi che raccolgano il piu' ampio consenso possibile, che
 siano ipotesi unitarie, che garantiscano le diverse sensibilita'.
 E non bisogna mettere veti su nessuno. E io non ne metto. La cosa
 importante e' avere una metodologia che sia inclusiva e che
 consenta a tutti di essere effettivamente protagonisti nella vita
 istituzionale dei prossimi mesi. Questo sara' fondamentale nella
 vita e nei destini di questo paese".
 (ITALPRESS) - (SEGUE).
 sat/com
 14-Mar-18 13:20
 NNNN


MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:26:13

Pd: Orlando, su gruppi parlamentari clima unitario nessun veto =

Pd: Orlando, su gruppi parlamentari clima unitario nessun veto =
 (AGI) - Roma, 14 mar. - "Penso che dobbiamo lavorare a delle
 ipotesi che raccolgano il piu' ampio consenso possibile, che
 siano ipotesi unitarie, che garantiscano le diverse
 sensibilita'. E non bisogna mettere veti su nessuno. E io non
 ne metto. La cosa importante e' avere una metodologia che sia
 inclusiva e che consenta a tutti di essere effettivamente
 protagonisti nella vita istituzionale dei prossimi mesi. Questo
 sara' fondamentale nella vita e nei destini di questo paese".
 Lo afferma il leader della minoranza Pd, Andrea Orlando, ai
 microfoni di Radio Radicale, in merito ai futuri gruppi
 parlamentari dem.
     "Bisogna lavorare per costruire un clima unitario. Ma dire
 che oggi c'e' un clima unitario mi sembra un azzardo eccessivo.
 Abbiamo aperto la discussione a questa prospettiva, pero'
 questa ipotesi deve essere costruita giorno per giorno, con
 coerenza, determinazione e senza sbandamenti. L'azzeramento
 delle correnti - ha concluso - e' un obiettivo verso il quale
 dobbiamo tendere", aggiunge il Guardasigilli. Infine, sulla
 permanenza di Maurizio Martina alla segreteria del Pd, Orlando
 spiega: "Questo e' prematuro dirlo. Adesso aiutiamo Martina ad
 arrivare" all'Assemblea di Aprile, "poi vedremo come
 proseguire. L'importante e' che il partito sia in una
 condizione di combattimento perche' non possiamo escludere
 nessuna possibilita'". (AGI)
 Ser
 141325 MAR 18
 NNNN

Orlando: ora aiutiamo Martina, Pd deve essere pronto a tutto

Orlando: ora aiutiamo Martina, Pd deve essere pronto a tutto "Dobbiamo essere 'in combattimento', non possiamo escludere nulla"
Roma, 14 mar. (askanews) - "È prematuro" dire se Maurizio Martina
possa restare alla segreteria del Pd: "Adesso aiutiamo Martina ad
arrivare all'assemblea. Poi vedremo come proseguire. L'importante
è che il partito sia in una condizione di combattimento perchè
non possiamo escludere nessuna possibilità". Lo ha detto il
ministro della Giustizia e leader della minoranza Dem Andrea
Orlando.
 Red-Pol 20180314T132817Z


MERCOLEDÌ 14 MARZO 2018 13:37:31

Giustizia: Orlando, riforma carceri? Problemi ma ancora speranze =

Giustizia: Orlando, riforma carceri? Problemi ma ancora speranze =
 (AGI) - Roma, 14 mar. - "Posso solo dire che non bisogna
 abbandonare le speranze. E che stiamo lavorando ancora per
 questa prospettiva. Penso che alcune critiche siano state
 troppo frettolose. Alcune dichiarazioni di questi giorni le
 comprendo. Anche per me l'aspettativa e' grande". Lo ha detto
 il Guardasigilli Andrea Orlando ai microfoni di Radio Radicale
 in merito alla riforma dell'ordinamento penitenziario.
     Sui problemi che avrebbero impedito l'approvazione
 definitiva della riforma penitenziaria, Orlando spiega: "Ci
 sono tanti problemi. Non e' uno solo il problema. L'importante
 e' riuscire a risolvere i problemi". (AGI)
 Ser
 141336 MAR 18
 NNNN


sabato 3 marzo 2018

Ricordo di Carlo Ripa di Meana ospite della presentazione del "Compagno Napolitano" (Kaos Edizioni)

Oggi è scomparso Carlo Ripa di Meana. Una persona straordinaria, un signore d'altri tempi, ma soprattutto una persona intellettualmente onesta. Qualche anno fa mi aveva fatto l'onore di venire alla presentazione del "Compagno Napolitano" (Kaos Edizioni). Lo spunto per chiedergli di venire alla presentazione del libro era stata un'interrogazione parlamentare di Giorgio Napolitano che contestava la nomina di Ripa di Meana come Commissario Europeo. Questo è il suo intervento alla presentazione del mio libro.